Tokyo 2020, grande festa per Tamberi a Fiumicino: "Scritta storia meravigliosa dopo anni terribili"

video Cori, abbracci con amici e familiari. All'aeroporto di Fiumicino è una gran festa per l'arrivo di Gianmarco Tamberi. Ad accoglierlo i familiari, primi tra tutti la mamma e il fratello, ma anche tanti amici con striscioni e magliette con l'immagine di Half Shave, il suo simbolo. Medaglia d'oro al collo e ancora una gioia incontenibile dopo il trionfo nel salto in alto, il campione riusciva a stento a parlare: "Quando è finita la gara ero convinto che sarei stato veramente felice, ma non pensavo così tanto, è stato un privilegio immenso provare una gioia simile, auguro a chiunque di provare queste emozioni nella vita. Sono veramente fortunato, mi sento di aver scritto una delle parti più belle della storia dello sport, esserne il protagonista mi riempie il cuore di gioia".di Camilla Romana Bruno

Giustizia, la Camera approva. Caos all'intervento di Bonafede. Lui: "Con noi nessuna restaurazione"

video La Camera dei Deputati ha approvato a larga maggioranza il testo che prevede la riforma della giustizia. 396 i voti favorevoli, 57 i contrari e tre gli astenuti. Poco prima del voto finale è arrivato l'atteso intervento dell'ex-guardasigilli Alfonso Bonafede, accompagnato da contestazioni di altre forze politiche, con il presidente Fico costretto a richiamare all'ordine i presenti. "Non intendo rispondere a nessuna delle provocazioni che sono state fatte, perché la giustizia non è una questione personale - ha detto - Abbiamo alzato le barricate? Assolutamente sì. Siamo stati gli unici? Orgogliosamente sì. Con noi al Governo non ci sarà nessuna restaurazione" A cura di Luca Pellegrinida webtv Camera

Giustizia, la Camera approva. Caos all'intervento di Bonafede. Lui: "Con noi nessuna restaurazione"

video La Camera dei Deputati ha approvato a larga maggioranza il testo che prevede la riforma della giustizia. 396 i voti favorevoli, 57 i contrari e tre gli astenuti. Poco prima del voto finale è arrivato l'atteso intervento dell'ex-guardasigilli Alfonso Bonafede, accompagnato da contestazioni di altre forze politiche, con il presidente Fico costretto a richiamare all'ordine i presenti. "Non intendo rispondere a nessuna delle provocazioni che sono state fatte, perché la giustizia non è una questione personale - ha detto - Abbiamo alzato le barricate? Assolutamente sì. Siamo stati gli unici? Orgogliosamente sì. Con noi al Governo non ci sarà nessuna restaurazione" A cura di Luca Pellegrinida webtv Camera

Giustizia, maggioranza spaccata sugli ecoreati: Lega all'attacco di M5s e Pd

video La maggioranza si divide alla Camera dei Deputati nel corso dei voti sugli ordini del giorno sulla Riforma della Giustizia. L'odg firmato da Rossella Muroni sugli ecoreati, con parere negativo del Governo, è stato bocciato per soli cinque voti, con il Movimento 5 Stelle e altri esponenti del centro-sinistra che si sono espressi a favore del testo. "Ora ho difficoltà a collegare come su un altro odg, un intero gruppo, il M5S, vota contro il Governo e gli stessi gruppi che ci bacchettavano ora si sono astenuti - attacca il capogruppo della Lega Riccardo Molinari - Chi accusa il centrodestra di mettere in difficoltà la maggioranza di Governo quale interpretazione dà di questo voto?". A cura di Luca PellegriniVideo Camera dei Deputati

Tokyo 2021, Simone Biles bronzo nella trave: "Non siamo intrattenimento, siamo esseri umani"

video "Alla fine della nostra giornata, non siamo solo spettacolo. Siamo esseri umani". Simone Biles saluta i Giochi con il bronzo alla trave, l'unica gara alla quale ha preso parte dopo aver rinunciato alle altre per affrontare i suoi "demoni". "Non pensavo di prendere una medaglia: ho gareggiate solo per me stessa, e questa gara vale tutto il mondo" , ha detto l'americana nella conferenza stampa dopo la gara.Hanno un nome i "demoni della testa" di Simone Biles. "Soffro di twisties", ha confessato l'atleta. Bisogna però conoscere lo slang della ginnastica per provare a capire cosa sia quel pauroso senso vuoto che si prova quando si volteggia in aria e si perde qualsiasi punto di riferimento. Nell'esercizio e nella propria vita. L'atleta ha ringraziato per l'amore ricevuto con un messaggio via social rivolto a tutti coloro che le sono stati vicini, da Michelle Obama all'ultimi dei tifosi.Reuters

Atletica, veloce come un'automobile: l'allenamento di Marcell Jacobs

video Marcell Jacobs, che lo scorso 6 marzo ha vinto l'oro nei 60 metri piani agli Europei indoor di Torun, in Polonia, ha pubblicato sui social il video del suo allenamento allo stadio dei Marmi "Pietro Mennea" di Roma: l'atleta italiano, nato in Texas, corre inseguendo in rettilineo un’auto che traina una grande campana aperta sul lato posteriore, in cui Jacobs entra, evitando così la resistenza dell’aria.video Instagram

Da rifugiato a fotografo: "Ora insegno ai bambini in Mali quello che ho imparato in Italia"

video Mohamed Keita è nato in Costa d'Avorio ed è arrivato in Italia quando era ancora minorenne, dopo aver viaggiato molto per fuggire dalla guerra. Una volta a Roma, ha vissuto per qualche mese in strada, vicino alla stazione Termini, e ha conosciuto la fotografia grazie a un volontario del "Civico Zero" di San Lorenzo, un centro di accoglienza migranti finanziato da Save The Children. Oggi, all'età di 26 anni, è un fotografo riconosciuto e sta pubblicando il suo primo libro, dal titolo "Roma 10-20", una raccolta dei suoi scatti nella capitale. Nel 2017 ha fondato "Kenè" - che in mandingo significa "spazio" - una scuola di fotografia per bambini e ragazzi a Bamako, in Mali, dove insegna loro "un nuovo modo di guardare il mondo". Il suo sogno è aprire altre scuole, magari proprio qui nel Paese che l'ha accolto, in Italia. Il suo primo scatto in assoluto ritrae un cartone, una busta di plastica piena di vestiti e una borsa nera: tutta la sua vita in un bagaglio, tutto quello che aveva quando è scappato dal suo Paese. Di Giulia Ciancaglini, riprese di Maurizio Stanzione

A Foggia il datterino è antimafia: la salsa di pomodoro nasce nella tenuta confiscata al boss

video E’ partito da pochi giorni il laboratorio di lavorazione e trasformazione del pomodoro datterino, rosso e giallo, all’interno di un bene sottratto alla mafia Cerignolana. E’ il progetto dal titolo 'Ciascuno cresce solo se sognato', sostenuto dalla "Fondazione con il Sud", e promosso dalla cooperativa sociale Pietra di Scarto che da dieci anni gestisce il bene confiscato a Rosario Giordano, affiliato al clan Piarulli-Ferraro di Cerignola e già condannato per associazione di stampo mafioso traffico internazionale di stupefacenti. "Abbiamo voluto dare un segnale forte al territorio per cui un bene confiscato passa dall'essere simbolo all'essere anche luogo di economia, di inclusione, di lavoro e di opportunità" - racconta Pietro Fragasso presidente della cooperativa. Il laboratorio prevede il reinserimento lavorativo di persone in situazioni di fragilità. "La raccolta - aggiunge Fragasso - avviene impiegando ragazzi che provengono da percorsi di giustizia e migranti che vivono ormai stabilmente nel nostro territorio. La coltivazione avviene sul nostro campo di quasi 5 ettari complessivi. Poi il prodotto viene trasferito in laboratorio. Qui viene lavorato da due ragazzi senegalesi e una ragazza ghanese che si occupano dell'intera trasformazione del pomodoro sia in passata che in prodotto naturale. Chiudiamo il cerchio - conclude Fragasso - con la commercializzazione del prodotto sul nostro sito "pietradiscarto.it" o con la prenotazione della passata su "pomovero.it" di Tatiana Bellizzi