"La vita bugiarda" Ferrante su Netflix

ROMA«Le parole di Elena Ferrante sono molto belle e dentro vi abbiamo trovato molte cose. Adattare un romanzo per il cinema non è molto complicato perché in ognuno di noi, durante la lettura si generano delle immagini». Il regista Edoardo De Angelis ha presentato a Roma la serie in sei puntate "La v

Senza Titolo

Michele Gottardi«Sì, Adriana sono io». Non serve citare Gustave Flaubert e "Madame Bovary" per capire quale sia stata l'emozione di un'intera sala alle parole di Emanuele Crialese, regista e autore di "L'immensità", terzo film italiano in concorso a Venezia 79, cheracconta delle sofferenze di una ba

Senza Titolo

Michele GottardiNovant'anni portati con brio, come si dice di una signora elegante, che tratta con ironia la sua età e la sua storia. Novant'anni come quelli che quest'anno si celebrano dalla nascita della Mostra Internazionale d'arte cinematografica, dall'agosto del 1932, quando, dal 6 al 21, si sv

La Ca' d'Oro brilla di stelle

Da una parte all'altra del Canal Grande, nei saloni dei palazzi, nei ristoranti degli alberghi, nelle terrazze prudentemente protette da ombrelloni, funghi riscaldanti, plaid di cachemire per le signore perché il tempo vira al brutto e potrebbe arrivare in due giorni la pioggia che non è venuta giù

Senza Titolo

il ricordoromaQuarantaquattro anni sono proprio pochi per andarsene quando hai ancora la testa piena di idee, l'affetto e la stima del tuo mondo, a Napoli dove era nato e a Cinecittà dove tutti lo riconoscevano come un vero talento, tanto irregolare quando vitale. L'addio alla vita di Libero De Rien

Senza Titolo

Manuela PivatoL'America, grande assente alla 77esima Mostra internazionale d'arte cinematografica, vince il Leone d'oro con il film "Nomadland" della regista Chloé Zhao, interpretato dall'attrice Premio Oscar Frances McDormand, storia di una donna che sceglie una vita on the road, oltre ogni convenz

Venezia 77, Valeria Golino e Stefano Mordini: "Sul set con l'acqua alta per sostenere la città"

video La Mostra si chiude con un thriller che ha al centro Venezia. 'Lasciami andare' di Stefano Mordini. Una ex coppia di coniugi, Maya Sansa e Stefano Accorsi, vengono contattati dalla proprietaria della loro ex casa, dove è morto il loro figlioletto, dicendo che suo figlio vede la presenza di un bambino che chiede di loro. Inizia un viaggio teso alla ricerca della verità, mentre la madre è più aperta verso la possibilità di presenze dall’aldilà, più scettico l’ex marito, che nel frattempo aspetta un figlio dalla nuova compagna, la cantante di un locale interpretata da Serena Rossi. "È il mio ruolo più ambiguo" racconta Valeria Golino, "anche per questo ho voluto fare il film, volevo da tempo lavorare con Stefano. Essere qui è importante, se non ci fosse stato il film avrei trovato un’altra scusa”. Mordini racconta le difficoltà del set, per l’acqua alta, "ci ha portato molte rinunce, ma non abbiamo voluto lasciare la città per sostenerla, anche sul fronte economico”. Il film esce in sala l’8 ottobre.Intervista di Arianna FinosVideo di Rocco Giurato