Senza Titolo

I ritrattiClaudio MalfitanoUn posto in meno al Veneto ma tre ministeri chiave nel governo di Giorgia Meloni: il trevigiano Carlo Nordio alla Giustizia e i padovani Adolfo Urso a Imprese e Made in Italy (ex Sviluppo economico) ed Elisabetta Casellati (senza portafoglio alle Riforme). Con Mario Draghi

Senza Titolo

Manuela PivatoFinalmente libero, con una voglia matta di riprendersi i due anni di penitenza dietro le mascherine; ora invece è tutto un sorriso, tutto un rossetto, che si offrono ai fan ritornati padroni di quel che era sempre stato loro. Caduto il muro, ritornate le siepi di oleandro, il red carpe

Una sfida tutta interna al centrodestra

Filippo Tosatto / VENEZIAQuattro tocchi di campana. Le pulsioni contrastanti nella Lega, le ambizioni plateali di Fratelli d'Italia, l'ultima trincea del partito berlusconiano, il centrismo irriducibile dei Moderati. Sorrisi e veleni nel centrodestra, favorito dai sondaggi su scala nazionale e avvia

Senza Titolo

IL CASOAlbino SalmasoI 17 collegi uninominali del Veneto? Sono un monopolio di Lega e FdI, alle prese con un durissimo braccio di ferro che si concluderà il 20 agosto, con la presentazione delle liste. Le mappe dei kingmaker dei sondaggi non lasciano spazio a dubbi: il centrodestra può fare l'en ple

Senza Titolo

Dei ministri azzurri è stato il secondo a dire addio, dopo Mariastella Gelmini e prima di Mara Carfagna. Epperò, mentre le ex colleghe di partito si lanciano nella nuova avventura di Azione con Carlo Calenda, Renato Brunetta medita. Dopo trent'anni in Forza Italia, il ministro della Pubblica amminis

Senza Titolo

Renato Brunetta _ come ogni persona del pianeta _ va giudicato per ciò che fa, e non per le sue caratteristiche fisiche. Essere bassi o alti, biondi o calvi, non è un merito, né una colpa: è solo una condizione. La sofferenza del ministro rispetto a un certo modo di parlare di lui merita empatia e t

Senza Titolo

IL RETROSCENATempi stretti in vista delle elezioni politiche del 25 settembre. Nei partiti le grandi manovre sono iniziate. Nel centrodestra si lavora per l'accordo. Chi pregusta la scorpacciata di voti è Fratelli d'Italia, la destra che sogna Meloni premier ma anche di scavalcare in Veneto la Lega.