Da oggi chiusa via Calnova per sistemare la frana

quero vasDa questa mattina a venerdì 25, esclusa domenica 20, la Sp 21, più conosciuta ai residenti del Basso feltrino come via Calnova, è chiusa al traffico su disposizione di Veneto Strade che ha incaricato un'impresa di mettere mano alla frana che si era verificata una decina di giorni fa con la caduta di sassi che avevano invaso la carreggiata. Trovata una soluzione di emergenza restringendo con dei jersey la carreggiata, ora la Provincia fa eseguire un intervento più completo e radicale per rimettere in ordine la via di comunicazione che collega il centro di Quero con ponte Tegorzo. Una vicenda sulla quale si era accesa anche l'attenzione della minoranza in consiglio comunale che ha chiesto informazioni al sindaco Bruno Zanolla, tenuto conto del peso ricoperto dalla strada in questo periodo in cui la galleria di Segusino è chiusa. La manutenzione della strada, va ribadito, non è di competenza del Comune, ma la minoranza composta da Luana Schievenin, Antonio Mondin, Andrea Mondin ed Eddy Benato vuole comunque vederci chiario. «Il muro di contenimento presentava da tempo evidenti rigonfiamenti», afferma la minoranza, «tali da suscitare preoccupazione in diversi cittadini. Non essendo inoltre la prima volta che dei movimenti franosi interessano via Calnova, vorremmo sapere se l'amministrazione era a conoscenza di tali criticità e in particolar modo dello stato del muro. Il sindaco ha proceduto ad avvisare tempestivamente Veneto Strade e sollecitare un intervento? La Calnova è divenuta molto più trafficata ora, soprattutto nei fine settimana. Non possiamo permetterci che gli automobilisti in transito corrano dei rischi. Se ci fossero altri crolli qualcuno potrebbe farsi male». Il sindaco di Alano, Serenella Bogana, era a sua volta intervenuta sull'argomento, spiegando che la Provincia si stava muovendo per riportare il tratto alla normalità. L'avvio dei lavori dovrebbe ripristinare la viabilità in una decina di giorni. --d.d.© RIPRODUZIONE RISERVATA