Dopo i fulmini anche il vento: chiusa la chiesa di S. Gottardo

sospiroloChiesa "vietata" a San Gottardo: i danni causati dal fulmine caduto sul campanile a inizio agosto sono stati aggravati dagli episodi di vento forte dei giorni scorsi. E dopo un nuovo sopralluogo dei vigili del fuoco, il sindaco Mario De Bon ha fatto scattare una ordinanza di chiusura e interdizione della chiesa a causa del dissesto statico del campanile.Nella prima dopo il fulmine caduto sul campanile non sembravano esserci stati danni tali da compromettere la stabilità strutturale dell'immobile, si sottolinea nell'ordinanza. A peggiorare le cose sono arrivate però le folate di vento di inizio settembre, che «hanno causato alcuni fenomeni di distacco di materiale dal campanile, evidentemente già danneggiato dal fulmine».La richiesta di intervento dei vigili del fuoco per una verifica ha messo in luce una situazione preoccupante: i pompieri hanno rilevato «in particolare la presenza di lesioni degli archi e dei piedritti della cella campanaria e di fessurazioni orizzontali in evoluzione alla base della cuspide del campanile».Preso atto che non ci sono più le condizioni di sicurezza per utilizzare l'edificio sacro e che c'è il pericolo di crollo di porzioni del campanile, è stato deciso di correre subito ai ripari. I vigili del fuoco del comando di Belluno hanno provveduto subito a delimitare con transenne e nastro l'area di più probabile caduta di elementi pericolanti del campanile.È toccato quindi al sindaco, visto che l'edificio sacro era è aperto al culto - anche se viene utilizzato solo una volta a settimana - disporre con un'ordinanza l'interdizione della chiesa, per scongiurare incidenti. --© RIPRODUZIONE RISERVATA