Turisti a passo Duran trovano i vetri sfondati e le loro auto ripulite

Gigi Sosso / LA VALLE AGORDINACristalli in frantumi e auto depredate. Raid di furti in zona passo Duran, sopra La Valle Agordina. Succede anche dove un turista o un residente penserebbe di essere al sicuro. L'altro ieri alcuni escursionisti avevano posteggiato nel parcheggio accanto al sentiero che porta fino al Moschesin e si sono incamminati lungo il tracciato, per godersi la natura e un panorama davvero indimenticabile. Erano senza dubbio affaticati, ma anche molto soddisfatti di quello che avevano visto al ritorno dalla gita. Ma lo stato d'animo è completamente cambiato, quando si sono accorti che qualcuno aveva spaccato i vetri e si era impossessato di tutto quello che avevano lasciato incustodito, confidando nel fatto che raramente i ladri colpiscono in zone anche abbastanza difficili da raggiungere e, comunque, non frequentate da un turismo di massa.Potrebbe essere stata usata una grossa pietra per infrangere i vetri e lassù la disponibilità non manca di ssicuro. Una volta con l'abitacolo spalancato, il ladro ha potuto razziare tutto quello che gli interessava. Il bottino non sarebbe niente di eccezionale, perché di solito in montagna non si va con i gioielli di famiglia, ma qualcosa di valore ci sarebbe nella refurtiva ed è stato catalogato nella denuncia presentata, qualche minuto dopo la scoperta, ai carabinieri della stazione di Agordo.Le indagini sono in corso, ma non possono contare su testimonianze dirette e nemmeno sulla presenza di telecamere di videosorveglianza, almeno in quella zona e nel territorio comunale di La Valle Agordina. Difficilmente il responsabile può essere arrivato dalla Val di Zoldo, l'altro versante del passo Duran. Non è nemmeno escluso che possa essere stato un altro turista, che ingolosito da qualcosa che gli interessav, all'interno di una delle autovetture prese di mira, non ha esitato a provocare dei danni, per portarsela via. --© RIPRODUZIONE RISERVATA