Papà e bimba nello zaino recuperati in teleferica

il soccorsoVa in escursione con la bimba di sei anni nello zaino porta bambini: ma alla fine la stanchezza ha avuto il sopravvento, soprattutto dopo aver capito di aver sbagliato la strada e di essersi infilato sul torrente Boite. Per non correre rischi un papà di 35 anni ieri sera ha chiesto aiuto al Soccorso alpino. Tutto liscio: la famigliola è illesa. E per la piccola un giro in teleferica dev'essere sembrato come andare in giostra. Attorno alle 19 è suonata l'allerta per il Soccorso alpino di Pieve di Cadore: l'escursionista in difficoltà si era ritrovato, assieme alla figlia di 6 anni, sul greto del Boite sotto la chiesa di Valle di Cadore. Con la bimba sulle spalle nello zaino porta bambini, partito dalla diga di Valle, l'uomo, un 35enne di Fonte (Treviso), dopo aver toccato località Tarlega, anziché rientrare dal percorso dell'andata, aveva preso la direzione verso Perarolo. Da qui aveva deciso di scendere per un ripido bosco. Quando si è ritrovato sul torrente, affaticato e prossimo il buio, l'uomo ha chiesto aiuto. Cinque soccorritori han raggiunto i due da sopra, per poi allestire una teleferica per permettere l'attraversamento in sicurezza del Boite - la bimba trasportata da un soccorritore - e risalire con loro verso il Ponte di Rualan e i mezzi guidati da un'altra squadra. La famiglia è stata riaccompagnata all'auto. --© RIPRODUZIONE RISERVATA