Senza Titolo

FELTRE Si sono dati appuntamento da più parti del Veneto, ma qualcuno anche dal Friuli, per condividere la loro esperienza in materia di coltivazione cerealicola e per rendersi disponibili a partecipare alla catalogazione dei cereali antichi lanciata dal gruppo Coltivare condividendo. L'iniziativa, partita in via sperimentale ad Arson due anni fa ed estesa poi a Colfranco, arriverà presto a Porcen, dove saranno piantati oltre trenta tipi di cereali diversi, assieme a insalate e fagioli. L'obiettivo è avviare un vero e proprio censimento secondo la qualità del seme, la coltivazione, il terreno, il clima e l'altitudine. Con i dati raccolti a fine ciclo sarà possibile compilare un vero e proprio catalogo partecipativo con cui valutare i luoghi, i tempi e i tipi migliori di semi antichi da mettere a dimora. L'attenzione è tutta per le varietà antiche, quelle che vanno preservate con la condivisione dei semi e che permetteranno, una volta ripopolato il territorio, di dar vita a nuove varietà da cui far ripartire le specie. A coordinare la riunione, che si è svolta venerdì sera in una sala Ocri fresca di riapertura, il fondatore del gruppo Tiziano Fantinel e l'attivista Lorenzo Bettega, che tre settimane fa hanno organizzato un pomeriggio al casel di San Filippo tutto dedicato ai cereali antichi. Dopo aver condiviso la propria esperienza di cereagricoltori, i presenti si sono appuntati le indicazioni da rispettare per partecipare al progetto. Al termine dell'incontro sono stati distribuiti sacchetti di semi sufficienti a piantare un metro quadrato di terreno. (f.v.)