Belluno, play off solamente sfiorati

BELLUNO Play off sfiorati per il Belluno, che perde contro il Plebiscito e chiude terzo (e salvo) la sua seconda stagione in serie C. Nell'ultima giornata del campionato a squadre serviva l'impresa per qualificarsi al tabellone a eliminazione diretta, contro un Plebiscito zeppo di Seconda categoria. I padovani si sono imposti a Fisterre 5-1, ma il Belluno non ha sfigurato. Ottime le partite di Gianni Longi e Alessandro Balzan, arrivati al terzo set perdendo per un break. Gianni Longi (3.3) ha sfidato D'Aronco e si è imposto nel primo set 6-3 servendo benissimo. Il padovano, in difficoltà, tirava la risposta corta, permettendo a Longi di mettere i piedi in campo e prendere il comando dello scambio. Il secondo set si è svolto sulla falsariga del primo, con D'Aronco a sfruttare un doppio fallo di Longi per il break. Grande equilibrio anche nel terzo, con un break all'ottavo gioco. Sul 5-3 D'Aronco, Longi ha portato il game ai vantaggi, ma perdendo poi 6-3. Alessandro Balzan (3.1), invece, giocava contro Marco Bergagnin, 2.5 bellunese cresciuto a Fisterre e da qualche anno a Padova. Una partita, questa, dominata dai servizi, che il mancino Bergagnin ha vinto al terzo. Conquistato il primo set 6-1, nel secondo Balzan si è portato 5-2 giocando paziente e alzando il top da fondo. Subìto il recupero dell'avversario, Balzan è stato bravo a chiudere 7-6. Nel terzo set c'è stato equilibrio, ma qualche errore di troppo di Balzan ha permesso a Bergagnin di guadagnarsi il break che è risultato decisivo. Buona anche la partita di Barluzzi (2.8), che ha perso 6-1 6-4 contro Marcon (2.3), ma nel secondo set ha giocato quasi alla pari con il tennista padovano che ha appena vinto l'Open del Plebiscito e da oggi sarà a Roma a giocare il tabellone di pre-qualificazione agli Internazionali d'Italia. Marco Longi, invece, si è ritirato sul 4-6 1-1 per infortunio. Peccato perché Callegari era un avversario alla sua portata. Il Belluno ha conquistato l'unico punto di giornata con il doppio formato da Alessio Bortolini e Gianni Longi, che sul 6-7 7-6 hanno beneficiato del ritiro degli avversari. Ha perso, invece, il doppio Barluzzi – Daniele Roccon. (a.f.)