Mas e Bribano lavorano per la fusione

di Attilio De Col wBELLUNO Fusione Mas - Bribano. La nuova stagione del calcio a cinque provinciale potrebbe partire con molte novità, ma la più grossa è la possibile fusione fra le due società del comune di Sedico, che giocherebbe in serie C2. Per mettere nero su bianco c'è ancora tempo, quindi non si sa ancora se il nome sarà Sedico come il comune, ma le due squadre si sono già allenate insieme e le dirigenze si sono già ritrovate alcune volte. Sul nome dell'allenatore sembra che tutto porti alla conferma di Andrea Allegro, con Gabriele De Francesch che resterebbe quindi in stand by. Molti giocatori di queste due formazioni, soprattutto quelli della zona pontalpina e alpagota, come Alessandro Radice, Paolo Pizzol, Fabio Soccal potrebbero approdare in una nuova squadra che sta nascendo a Ponte nelle Alpi. A dir il vero sarebbe una rinascita, visto che l'idea è quella di riproporre il vecchio Ponte Alpi, con Davide Capponi alla presidenza. Anche in questo caso si tratta di una ipotesi, ma i rinati granata si sono già informati in Figc. Sulla panchina dovrebbe sedersi Tiziano Versienti. Un altro roumors, ma questo molto meno probabile dei primi due, è una nuova squadra squadra di serie D a Belluno. L'ossatura è un gruppo di amici che già partecipa al campionato provinciale del Centro sportivo italiano e che ha in rosa alcune "vecchie glorie" del calcio a cinque bellunese, come gli ex Seribell Albanello e Malacarne e l'ex Canottieri Marchiorello e a cui potrebbe anche aggiungersi Manuel Sitran, che lascerà la Dolomitica, ma potrebbe anche aggregarsi a un nuovo gruppo con meno impegno e abbastanza goliardico. Ma questo progetto, come detto, è per ora Proprio la Dolomitica ha qualche difficoltà nell'allestimento della nuova squadra di serie B. Perso Manuel Sitran, non sono in molti quelli che hanno ridato il sì per la prossima stagione e non è facile trovare giocatori con risorse abbastanza limitate. Non ci sono problemi dal punto di vista economico nell'affrontare la serie D, ma c'è il rischio concreto di presentarsi al via con una rosa che navighi ancora nelle zone bassissime della classifica. Il tecnico Alessio Bortolini si è preso tempo per dare il suo sì e non è detto che accetti di essere ancora l'allenatore. Ma c'è tutta l'estate per lavorare. Non ci sono problemi di iscrizione per la Ztll. La squadra di Alessandro Da Col e compagni si è trovata bene nella nuova casa di Feltre e vorrebbe però affiliarsi a una squadra di calcio a undici. Era girato il nome dell'Union, ma i dirigenti neroverdi hanno smentito la trattativa e quindi il tutto porta alla Feltrese, anche per gli opttimi rapporti esistenti con l'addetto stampa granata Alberto Gelisio, che in estate aveva già aiutato la squadra (ormai ex) della Sinistra Piave a fare il mercato, trovando alcuni giocatori nel Feltrino. Molta carne al fuoco, vedremo cosa si concretizzerà e cosa no. ©RIPRODUZIONE RISERVATA