Lavori alle scuole e alla piazza

FORNO DI ZOLDO Lavori a Forno, ne parla il sindaco Camillo de Pellegrin. Partiamo con l'ex plesso scolastico "Besarel" di Forno di Zoldo. «La ex scuola elementare - spiega il primo cittadino - sta cambiando i connotati. L'importo dei lavori, che sono iniziati, è di 261 mila euro. Internamenti verranno rifatti alcuni bagni anche per disabili; verrà installato un ascensore ed una modifica degli spazi per le diverse destinazioni. Il piano terra verrà destinato alla biblioteca per una maggiore fruizione degli spazi. Il primo piano dovrebbe essere riservato (è allo studio) al Museo del gelato. Al secondo piano ci sarà spazio per le associazioni volontaristiche come previsto da tempo. Per i lavori esterni si parte con un nuovo ingresso, siamo in attesa dell'esito positivo di un contributo per rifare le facciate». I lavori alla Dante Alighieri (medie ed elementari). «Siamo in dirittura d'arrivo visto anche l'approssimarsi dell'inizio delle lezioni. Tanti i lavori che sono stati eseguiti. La sostituzione di tutti i bagni; il rifacimento dell'esterno; le scale laterali completamente rinnovate per la sicurezza dei ragazzi. Importante anche il marciapiede realizzato a ridosso della strada che porta ad Astragal. Permette un passaggio in sicurezza, in primo luogo ai ragazzi». Il sindaco si scusa per i disagi causati agli utenti della scuola per i ritardi nell'esecuzione. «Le nuove normative sugli appalti allungano i tempi di realizzazione». Piazza di Pieve. «Sono stati ultimati i lavori della piazza di Pieve con una modifica finale al progetto, con la costruzione di un marciapiede che costeggia la parte sud della piazza. I soldi per tale modifica sono stati recuperati dal mancato intervento al cimitero vecchio di Sommariva per dare completezza all'opera di Pieve». Altri due interventi in itinere. «Sono stati ultimati - mette in evidenza il sindaco - i lavori per la sistemazione di paramassi a Fornesighe, Pralongo e Astragal per evitare la caduta dei sassi sui veicoli di passaggio. Sono pericoli da evitare. Il progetto era stato, a suo tempo, preparato dalla precedente amministrazione comunale targata Fausta De Feo. Infine è stato ottenuto un finanziamento PSR ( piano di sviluppo rurale) di 200 mila euro per la realizzazione di una strada silvo-pastorale che porta da Malga Al Pian a Malga Colcerver. E a proposito del piccolo borgo l'obiettivo da raggiungere è quello di portare l'acquedotto». Mario Agostini