Strade da sistemare, è polemica

LOZZO.Torna a far discutere il problema della manutenzione degli asfalti in centro a Lozzo. Gianluigi Nardei residente in via Broilo, dallo scorso anno segnala all'amministrazione comunale lo stato di degrado in cui versa la via che è nei pressi del municipio.
«L'anno scorso nel mese di luglio», racconta Nardei, «il sindaco Mario Manfreda su mia richiesta è venuto a fare una visita in loco, ha potuto quindi verificare di persona la gravità della situazione, ormai divenuta insostenibile. Si è mostrato interessato, ma dopo un anno nulla è stato fatto, anzi nemmeno nel corso del primo mandato non fece nulla nonostante le continue mie segnalazioni presso l'ufficio tecnico. Non ne possiamo più ci sentiamo presi in giro. Parlando con alcuni consiglieri si ha sempre la stessa risposta: non ci sono soldi. Ora ho deciso di rivolgermi alla stampa sperando che ci possa essere un riscontro positivo».
«L'amministrazione comunale», denuncia Nardei, «si è completamente dimenticata di fare la manutenzione dell'asfalto che è sfarinato, pieno di erbacce e di escrementi di gatti randagi. Ci sono anche due parcheggi pubblici e quando si sale o si scende dall'auto si rischia di cadere».
Una situazione che il sindaco Manfreda conosce e alla quale dice si farà fronte nell'immediato futuro. «E' in programma la sistemazione di questo piccolo tratto di asfalto pubblico», spiega Manfreda, «e a breve lo si asfalterà. La situazione la conosciamo bene e non ce ne siamo affatto lavati le mani. Con la nostra amministrazione, in sei anni di governo, abbiamo sistemato strade, soprattutto periferiche, che giacevano in totale abbandono da 30 o da 40 anni. Siamo partiti dalle più disastrate e col tempo e le risorse necessarie l'obiettivo è di sistemarle tutte. Il tratto segnalato dal nostro concittadino è un piccolo appezzamento dove l'asfalto è rovinato. Ma un amministratore deve anche dare le priorità. Quindi abbiamo iniziato ad intervenire sulle strade più ampie e poi si arriverà anche ai piccoli tratti. Lozzo è un comune ben tenuto, ma è un comune di montagna e le strade di questo ne risentono. Asfalti fatti due anni fa dopo due inverni freddi, ghiacciati, che hanno necessitato dell'uso di sale andrebbero già rifatti».
«Non si possono pretendere i miracoli», conclude Manfreda, «ma non si può nemmeno dipingere Lozzo come un paese degradato perché questo è falso. Il paese è in ottime condizioni e non lo dico solo io, ma i nostri residenti e i turisti che lo hanno scelto per passare alcuni giorni di ferie. Nel programma pluriennale al primo posto ci sono le manutenzioni e quella di via Broilo la faremo a breve. Si tratta di risorse e di tempi, non servono forzature a mezzo stampa per procedere con le opere pubbliche. Io tra l'altro ho già detto al nostro concittadino che l'opera era in programma, ma lo ribadisco più che volentieri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Segafreddo