Castelfranco Veneto, l'attore Giuseppe Cederna ospite all'Antiruggine

video CASTELFRANCO VENETO. Una chiacchierata con l’attore Giuseppe Cederna, ospite all’Antiruggine di Castelfranco Veneto, il capannone dove un tempo si lavorarava il ferro, oggi laboratorio per dare forma a pensieri e idee fondato dal maestro Mario Brunello. L’occasione? Un incontro fra le parole scritte (in parte) e narrate da Cederna con la musica  composta da Ezio Bosso (prima esecuzione assoluta di "Hidden Identities") suonata dal violoncellista Mario Brunello, accompagnate da immagini fotografiche che affrontano temi duri e complessi come migrazione e povertà. Immagini al centro della mostra “Civiltà al limite” proposta da tre fotoreporter castellani (fino al 12 novembre 2016): Massimo Branca e Igor Marchesan raccontano i mesi vissuti nelle fogne di Bucarest insieme alle tribù di strada;  Emanuele Confortin documenta la rotta dei migranti, dal confine siriano fino a Turchia e Grecia lungo la Via dei Balcani, senza dimenticare il campo profughi di Idomeni “vergogna dell’Europa”. Cederna attore, ma anche scrittore e viaggiatore, ci parla di questi temi e dei suoi progetti futuri. (videointervista di Cristina Genesin)

DA SEGNALARE

Nella pancia del leone di Diego Bottacin nnRegioni da rottamare o da mettere a dieta? La spesa sanitaria può essere contenuta senza togliere i servizi? Idee dal Veneto per cambiare l’Italia. Se ne parla oggi alle 11 nella Sala Santa Maria in Aquiro a Palazzo Capranicadi Roma. Intervengono

La seconda volta, sessantasei ammessi

Due delle partecipanti al concorso letterario CartaCarbone “La seconda volta”, in collaborazione con Kellermann Editore e Il Portolano, laboratorio di scrittura autobiografica e narrativa, battono bandiera USA e australiana: sono, rispettivamente, Claudia Arcolin e Valeria Cavasin, entramb