Pacciani, apre a Venezia la mostra con i disegni del presunto 'Mostro di Firenze'

video "Questi sono i quadri che Pietro Pacciani ha realizzato in carcere: è come se fossero le sue dichiarazioni spontanee sul caso del mostro di Firenze. E' una provocazione artistica, ma non vogliamo mancare di rispetto alle vittime". Così la curatrice Federica Palmarin spiega le ragioni che hanno portato la galleria Venice Faktory di Venezia a realizzare "Pacciani one solo show", la mostra con i disegni donati da Pacciani all'investigatore Davide Cannella prima della sua morte e che ha scatenato polemiche. "Pacciani sognava di realizzare una mostra già nel 1996 e di donare il ricavato in beneficienza. Oggi ci siamo riusciti e se il Meyer di Firenze non vuole questi soldi, troveremo un altro ospedale a cui devolverli", aggiunge Cannella(di Antonio Nasso)

Alzheimer, cosa si prova se gli oggetti non hanno più senso

video "Se non riesci a ricordare dove hai messo le chiavi, non pensare subito all'Alzheimer; inizia invece a preoccuparti se non riesci a ricordare a cosa servono le chiavi", diceva Rita Levi-Montalcini Nella Giornata Mondiale dell'Alzheimer, la Fondazione EBRI cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica facendo sperimentare, anche a chi non ha familiarità con i malati, la sensazione che si prova ad avere tra le mani un oggetto indecifrabile.La Fondazione, che ha lo scopo di sviluppare nuove strategie terapeutiche per le malattie neurodegenerative, grazie all’ausilio di stampanti 3D ha realizzato Agnosis Collection, una linea composta da tre oggetti semplici, ma completamente senza senso, e dai nomi altrettanto incomprensibili: Gidello, Luvetto e Bralino.Da oggi sabato 21 settembre - Giornata Mondiale dell'Alzheimer – e fino a lunedì 23, questi oggetti saranno esposti in due supermercati Esselunga, partner dell’iniziativa, in appositi corner dedicati come se fossero in vendita. A Roma e Milano i clienti si troveranno a contatto con questi oggetti sconosciuti e potranno sperimentare la sensazione di straniamento che il malato prova di fronte a un oggetto di uso comune.L’aspetto degli oggetti esposti, unito ai cartelloni pubblicitari all’interno dei punti vendita che reciteranno "Super convenienza! Rinnova i tuoi gidelli a un prezzo piccolissimo. A soli 2.99€ l’uno!" o "Sottocosto! Approfitta dei luvetti a un prezzo speciale! A soli 2.99€ l’uno!", incuriosirà i clienti che avvicinandosi ai corner dedicati scopriranno la natura dell’iniziativa.L'ARTICOLO - Una corsa a ostacoli chiamata Alzheimer Video: Fondazione EBRI

Paolo Conte al piano per 'Maledetti amici miei' - il backstage

video Paolo Conte ha reinterpretato alcuni tra i suoi più grandi successi realizzando così sette sigle diverse, una per puntata, per Maledetti Amici Miei il programma prodotto da Rai 2 in collaborazione con Ballandi che andrà in onda dal 3 ottobre in prima serata su Rai 2. Nel video alcuni momenti dell’incontro tra Conte e i protagonisti: Giovanni Veronesi, Alessandro Haber, Rocco Papaleo e Sergio Rubini (cui si aggiungeranno anche Margherita Buy e Max Tortora), che si conclude con la confessione della gaffe di Haber, reo di averlo salutato con il nome sbagliato. Il backstage integrale e altri contenuti esclusivi su www.raiplay.it. Video: Rai

Caso Cucchi, da "Stefano gonfio come una zampogna" ai passi falsi degli imputati: la ricostruzione dell'inchiesta

video Nel corso della sua requisitoria il pm Giovanni Musarò ha ripercorso le varie tappe di una storia iniziata nell’ottobre 2009 e non ancora arrivata a conclusione. Per descrivere le condizioni di Stefano Cucchi successive al pestaggio, il magistrato ha ricordato le parole di Luigi Lainà, che incontrò il geometra romano nel centro clinico di Regina Coeli dove erano entrambi detenuti. "Era gonfio come 'na zampogna, non c'aveva a forza de sta' n piedi. Per essere massacrato a quei livelli dovevano essere stati più folli o persone senza scrupoli", aveva detto Lainà. Nel corso dell’udienza, Musarò ha anche sottolineato come i principali imputati del processo, i due carabinieri Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro, "due fantasmi per anni", si siano messi nei guai con le proprie mani. "In un’intercettazione D’Alessandro dice quello che non deve dire e si affossa da solo. Dice che Cucchi al fotosegnalamento si buttò per terra - ha detto il pm -. Ma del fotosegnalamento non si era mai parlato e quella caduta fu causata dal violentissimo pestaggio". Di Francesco Giovannetti

Roma, 'la mummia di Piramide': trovato scheletro durante scavi Acea

video Gli abitanti della zona già la chiamano la 'mummia di Piramide'. Uno scheletro perfettamente conservato è venuto alla luce durante alcuni scavi Acea in piazzale Ostiense, a Roma, proprio di fronte all'ingresso della stazione Piramide della linea metro B. Secondo la Soprintendenza lo scheletro è di epoca romana ma è molto difficile stabilirne l'età con maggiore precisione. La sepoltura potrebbe fare parte della necropoli ostiense. Lo scheletro sarà rimosso e verrà sottoposto ad analisi più accurate.  Video Dire

Alzheimer, cosa si prova se gli oggetti non hanno più senso

video "Se non riesci a ricordare dove hai messo le chiavi, non pensare subito all'Alzheimer; inizia invece a preoccuparti se non riesci a ricordare a cosa servono le chiavi", diceva Rita Levi-Montalcini.Nella Giornata Mondiale dell'Alzheimer, la Fondazione EBRI cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica facendo sperimentare, anche a chi non ha familiarità con i malati, la sensazione che si prova ad avere tra le mani un oggetto indecifrabile.La Fondazione, che ha lo scopo di sviluppare nuove strategie terapeutiche per le malattie neurodegenerative, grazie all’ausilio di stampanti 3D ha realizzato Agnosis Collection, una linea composta da tre oggetti semplici, ma completamente senza senso, e dai nomi altrettanto incomprensibili: Gidello, Luvetto e Bralino.Da oggi sabato 21 settembre - Giornata Mondiale dell’Alzheimer – e fino a lunedì 23, questi oggetti saranno esposti in due supermercati Esselunga, partner dell’iniziativa, in appositi corner dedicati come se fossero in vendita. A Roma e Milano i clienti si troveranno a contatto con questi oggetti sconosciuti e potranno sperimentare la sensazione di straniamento che il malato prova di fronte a un oggetto di uso comune.L’aspetto degli oggetti esposti, unito ai cartelloni pubblicitari all'interno dei punti vendita che reciteranno "Super convenienza! Rinnova i tuoi gidelli a un prezzo piccolissimo. A soli 2.99€ l’uno!" o "Sottocosto! Approfitta dei luvetti a un prezzo speciale! A soli 2.99€ l’uno!", incuriosirà i clienti che avvicinandosi ai corner dedicati scopriranno la natura dell’iniziativa.Video: Facebook / Fondazione EBRI

Sardegna, a Cala Sinzias 74 tartarughine neonate corrono al mare

video Evento unico nell'estate sarda. 74 tartarughe Caretta caretta sono nate allo stabilimento Lido Tamatete, nella spiaggia di Cala Sinzias a Costa Rei (nel comune di Castiadas). Lo staff dell'Area Marina Protetta "Capo Carbonara" e il personale del bagno hanno seguito la marcia dei neonati fino all'acqua. Successivamente è stata individuata la camera del loro nido, monitorato per i prossimi giorni.Video: Facebook / Area Marina Protetta "Capo Carbonara"

"Forza Emma", sui social l'affetto di fan e cantanti

video Tantissimi messaggi di affetto per Emma Marrone. La cantante, che già in passato aveva dovuto affrontare un tumore, ha annunciato su Instagram la sua momentanea interruzione musicale a causa di un problema di salute. I post di risposta all'artista sui social sono così tanti che "Forza Emma" è entrato in tendenza su Twitter. "Siamo tutti con te", le scrive Laura Pausini, "Saremo sempre con te", posta un'utente. Tutta la rete si è unita per sostenere la cantante, in attesa che torni di nuovo sul palco. A cura di Roberta Lancellotti

Taranto, in spiaggia si schiudono le uova: la "corsa" verso il mare di 77 piccole tartarughe

video È la penultima schiusa della stagione. Ed è da record: 77 uova su 81 depositate. A Torre Ovo, nella Marina di Torricella (Taranto), le piccole tartarughe Caretta caretta sono riuscite a raggiungere il mare dopo essere state vegliate dai volontari del Wwf per oltre un mese. Grazie al supporto di una luce calda, gli esemplari hanno seguito il percorso che li ha portati in acqua. È stato evitato così il pericolo di essere attratte dai lampioni della vicina litoranea e finire in strada. L’Oasi Wwf Pantano di Policoro, che ha curato l’organizzazione coordinata dal veterinario Gianluca Cirelli, ha avuto il supporto speciale di volontari del luogo come Oreste D'ippo per la costruzione del corridoio, oltre che del sindaco Michele Schifani. Questa zona del Tarantino si conferma luogo privilegiato per questa specie a rischio estinzione. A ottobre si attende l’ultima schiusa a 500 metri dalla spiaggia teatro del lieto evento della scorsa notte. Ma è tutto l’arco Ionico da Rossano calabro fino a risalire il Salento ad aver regalato numeri confortanti: dieci nidi per quasi un migliaio di uova in totale Di Gino Martina,video: Wwf

Caso Cucchi, il pm Musarò: "Il primo processo fu kafkiano, condizionato da depistaggio scientifico"

video Giovanni Musarò, il pubblico ministero del processo sulla morte del geometra romano Stefano Cucchi, ha iniziato la sua requisitoria definendo come "kafkiano" il primo procedimento sul caso, quello in cui furono imputati gli agenti della polizia penitenziaria e i medici dell’ospedale Pertini. "Non è stato frutto di sciatteria, ma di uno scientifico depistaggio - ha detto il pm -. Non possiamo fare finta di non capire che sia stato così perché si stava giocando un’altra partita, una partita truccata all’insaputa di tutti". Video di Francesco Giovannetti

Saviano: "Compio 40 anni e scusate se sono vivo. Salvini? Non urlo allo scampato pericolo"

video Fra pochi giorni Roberto Saviano festeggerà i suoi 40 anni, un traguardo che definisce "inaspettato". E a Circo Massimo, su Radio Capital, parla del testamento che scrisse a 26 anni: "Mi fa sentire in una situazione paradossale, perché arrivi a un certo punto e dici 'se divento vecchio ho vissuto tutta la vita continuamente in guerra e alla fine l'ho scampata', hai la sindrome del sopravvissuto. In una dimensione in cui la tua vita spesso viene vista come prova dell'essere un traditore o un bugiardo, perché se fossi davvero a rischio saresti morto. Ti devi sentire in colpa perché non sei morto, perché sei vivo". Il governo è cambiato, e al Viminale non c'è più Matteo Salvini, da cui Saviano è stato continuamente attaccato. Ma lo scrittore è cauto: "Non urlo allo scampato pericolo. La pressione e l'essere ancora nel mirino lo sento ancora", dice l'autore di Gomorra. "Io non ho paura, continuerò il mio percorso. E il nuovo governo deve lanciare immediatamente messaggi in controtendenza". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Crozza-Benetton. "Viadotti pericolanti? Che figura di shock"

video I vostri funzionari sapevano dei viadotti pericolanti? "Siamo sotto shock, non sapevamo niente". Avete mandato a casa l'ad di Atlantia Castellucci con 13 milioni di euro di buonuscita? "Non sa quanti soldi ci ha fatto fare in questi anni". Il nuovo personaggio di Maurizio Crozza è l'imprenditore Luciano Benetton. L'ispirazione per l'ultima imitazone del comico su la Nove ne "I Fratelli di Crozza" è l'inchiesta sui dipendenti di Autostrade indagati per falsi report sullo stato dei viadotti italiani. Video: Zebaki

A Torino c'è un nuovo modo ecologico per visitare la città: il risciò

video Torino come l'Asia, si visita in risciò grazie al progetto Bici-t che propone diversi tour alla scoperta della città in modo originale, ecologico e comodo: due partono dalla Mole Antonelliana e sono dedicati al centro di Torino e l'altro al centro e al Parco del Valentino, mentre il terzo, con partenza da piazza Carignano, permette di scoprire il centro e il Quadrilatero Romano. A bordo dei risciò, sono a disposizione le audioguide, in italiano, inglese e francese, che raccontano i principali punti d'interesse. Il costo dei tour, che durano da un'ora a un'ora e mezza, va dai 40 ai 60 euro. Di Alessandro Contaldo

Pantera nera sul tetto: momenti di paura in Francia

video È stata avvistata a Armentieres, una piccola città nel nord della Francia. Secondo i media francesi la pantera nera è scappata da una casa privata dove era tenuta illegalmente. È persino entrata in un appartamento mettendo in fuga una 15enne terrorizzata. Le autorità sono riuscite a catturarla. Ora le è permesso condurre una vita adatta alla sua specie. Video: Reuters / SDIS 59 / Ligue Protectrice des Animaux du Nord de la France

Cuneo, in bici sotto i portici: investe cameriere e scappa

video Vestiti strappati, qualche livido e un vassoio rovesciato a terra. Sono i danni provocati a un cameriere trentenne rimasto vittima di un incidente giovedì 19 settembre a Cuneo. L'uomo stava servendo dei clienti sotto i portici quando è stato investito da un ciclista che è poi scappato via. La polizia municipale si è messa sulle tracce del fuggitivo che è stato ripreso dalle videocamere della zona. Video: Forze dell'ordine

Potenza, suona al Day Hospital di oncologia durante la terapia: "Un dono a chi sta male"

video "Posso donare ininterrottamente, per me è un piacere". Pietro Abbate suona da quando era bambino. Ha cominciato con la batteria ma adesso si dedica anche ad altri strumenti. Fa parte di diversi gruppi musicali, che svariano dal rock alla pizzica. Da qualche mese il suo pubblico è il Day Hospital di oncologia dell'ospedale San Carlo di Potenza, di cui è anche paziente. "Dovendo venire per la terapia, un giorno, parlando con gli stessi altri pazienti e raccontando della mia passione per la musica, ho pensato di portare i miei strumenti e trascorrere il tempo in modo più piacevole, per quanto possibile", racconta per Repubblica. Un'idea accolta subito con favore dal personale medico e dall'associazione di volontariato "Vivere donna", che opera in reparto. Sulle note di Pietro c'è chi canta, chi si commuove, chi accompagna con la flebo attaccata al braccio. Ogni tanto arriva qualche richiesta: Mattia Bazar, Fabio Concato, una canzone napoletana. Pietro accontenta tutti e ogni volta accompagna la base con uno strumento diverso: il mandolino, il violino. Pietro, che come unico rimpianto ha non aver frequentato il conservatorio, si mette in viaggio da Grassano, in provincia di Matera, e porta con sé il suo carico di musica, buon umore e "bontà", come sottolineano in reparto. "Ho anche la chitarra hawaiana. Piano piano li porterò tutti", dice sorridendo. Anna Martino