Parigi: Macron e Le Pen alla cerimonia per il poliziotto ucciso

video Marine Le Pen ed Emmanuel Macron, candidati del Front National e del movimento 'En Marche!' al ballottaggio delle elezioni presidenziali francesi, sono presenti all'omaggio del presidente Francois Hollande a Xaver Jugelé, il poliziotto ucciso giovedi durante l'attacco terrorista sugli Champs-Elysées. La cerimonia è in corso alla Prefettura di Parigi. Presente anche l'ex presidente Nicolas Sarkozy

Francia, la sconfitta di Sarkozy: "Ora cambio vita"

video "E' giunto il momento per me di godermi una vita con più passioni private e meno passioni pubbliche". Così Nicolas Sarkozy ha preso atto della sconfitta alle primarie della destra francese per le presidenziali, e ha annunciato il suo ritiro dalla scena politica. "Buona fortuna a voi, miei cari concittadini. Siate certi che sono francese e francese rimarrò, e che tutto ciò che tocca la Francia da lontano o da vicino toccherà direttamente anche me. Sono fatto in questo modo, le persone non cambiano. Non ho amarezza nè tristezza e auguro il meglio per il mio paese, per voi miei cari concittadini, e per chi guiderà questo paese che amo così tanto"

Polemiche per frase di Sarkozy: "Qui siamo in Francia, non in Gabon. Se volete tornate lì"

video "Qui siamo in Francia, non in Gabon. Se volete ritornare in Gabon, fatelo". Nicolas Sarkozy, in campagna elettorale per le primarie della destra, ha risposto così ad alcuni manifestanti presenti a un suo comizio a Marcq-en-Baroeul scatenando molte polemiche in Francia. Durante il discorso dell'ex presidente della Repubblica francese alcuni studenti gabonesi hanno cominciato a sventolare delle bandiere dello stato africano e a scandire il motto "Sarko, vieni a prendere Ali!", esprimendo la loro opposizione al presidente eletto Ali Bongo. Da qualche settimana nel Paese africano ci sono molte violenze in seguito a una grave crisi politica. Secondo i contestatori Sarkozy avrebbe sostenuto la presidenza di Ali durante il suo mandato all'Eliseo. video I Tele

Un milione di Charlie in edicola

di Andrea Scutellà wROMA I “cartooniste” francesi non gettano la spugna. Anzi, vedono il gioco meschino dei killer e rilanciano: mercoledì prossimo la rivista sarà in edicola con una tiratura di un milione di copie, a fronte delle 60mila abituali. «Non abbiamo più mezzi - ha spiegato Richa

Incarichi pagati per 55 consiglieri su 62

VENEZIA Sono appena sette, su sessantadue inquilini di Palazzo Ferro Fini, i consiglieri regionali che non godono dell’indennità di funzione mensile lorda, graduata in ragione della rilevanza istituzionale dell’incarico svolto da ciascuno nell’ambito degli organi veneti. I “non graduati” s

Sarkozy rilasciato, confermate le accuse

PARIGI Il giorno dopo, Nicolas Sarkozy si dice «scioccato e umiliato» e, in tv, grida alla «strumentalizzazione politica di una parte dei magistrati». Ma lui per primo sa che il suo ritorno in politica è ormai difficilissimo. Dopo 15 ore di stato di fermo, le due magistrate che lo marcano

Centrodestra nel caos, si dimette Copé

Il centrodestra francese è di nuovo senza un leader. Messo alle strette dopo il deludente risultato delle elezioni europee e travolto dallo scandalo delle fatture false per la campagna elettorale del 2012, il presidente dell’Ump Jean-Francois Copé (foto) ha annunciato ieri le sue dimission

Berlusconi inventato

A sorpresa sbarca al Lido un Berlusconi romantico, innamorato, ma sempre tonico e contro il mondo dei media e dei magistrati, raccontato in un monologo dal regista portoghese Miguel Gomes in “Redemption”, film fuori concorso alla Mostra del cinema di Venezia. Il regista di “Tabù”, passat

in breve

dopo le nozze gay Hollande invita alla pacificazione Il presidente francese, Francois Hollande, all’indomani del voto definitivo con il quale il Parlamento ha adottato le nozze e l’adozione di figli anche per le coppie omosessuali, ha esortato alla pacificazione e alla riunificazione del

Fisco, scandalo azzoppa Hollande

PARIGI Aveva promesso una “repubblica esemplare”, dopo il quinquennio di Nicolas Sarkozy: ma ora c’è chi non gli crede più. Le clamorose bugie dell’ex ministro del Bilancio, Jerome Cahuzac - che ha confessato davanti ai giudici di aver avuto un conto segreto all’estero, dopo settimane di

CRISI»LA SVOLTA FRANCESE

di Maria Rosa Tomasello wROMA «Crescita non è una parola vuota, ma il metodo migliore. Bisogna tradurla in fatti tangibili». François Hollande lo dice a Parigi, durante la cerimonia del suo insediamento, lo ripete di nuovo davanti alla cancelliera tedesca Angela Merkel, che incontra dura