Il Vaticano: difesa dei diritti sociali

ROMA I partiti, se puntano a un vero riformismo, non devono escludere dalle loro «agende» principi come il diritto al lavoro e la difesa dello Stato sociale, e devono contrastarne «l’erosione». In altre parole, le «politiche dello sviluppo» non vanno contrapposte alle «politiche sociali»