Funerale della pallavolista Sara Anzanello, l'arrivo del feretro

video Ponte di Piave (Treviso). Un cuscino di fiori rosa e le sue foto, sorridente. Ad accogliere il feretro di Sara Anzanello, la campionessa del volley morta a 38 anni a causa di un tumore, un lunghissimo applauso da parte di tutti coloro che hanno voluto porgerle l'ultimo saluto. Fuori dalla chiesa le bandiere del Coni in onore della campionessa della Nazionale vincitrice del Mondiale del 2002 e di due Coppe del Mondo conquistate nel 2007 e nel 2011.

Funerale di Sara Anzanello, il fidanzato legge la lettera-testamento della pallavolista

video "Vivere, senza grandi pretese, ma vivere. Ho paura. Sono qui per lottare, mai mollare. Sorridete per vivere. Arrivederci a tutti, Sara". Un applauso lunghissimo è risuonato nella chiesa di Ponte di Piave, dove nel pomeriggio di martedì 30 ottobre è stato celebrato il funerale di Sara Anzanello, la campionessa di volley morta a 38 anni per un tumore. Il fidanzato Walter ha letto la lettera-testamento di Sara, sostenuto dalle amiche pallavoliste Rachele Sangiuliano e Raffaella Calloni. Leggi Il funerale di Sara Anzanello

La furia del Piave a Nervesa della Battaglia

video Ecco la situazione del Piave a Nervesa della Battaglia. Nella giornata di martedì 30 ottobre. Evacuate nel trevigiano le aree golenali del Piave, Livenza e Monticano nel trevigiano e non si esclude lo sgombero dell'ospedale di Motta di Livenza per il quale il 118 ha comunque attivato la pianificazione di emergenza. E' stato inoltre chiuso il ponte sul Piave lungo la provinciale 53 in comune di Ponte di Piave nonchè il ponte ferroviario sulla stessa direttrice (VIDEO MACCA)

Funerale della pallavolista Sara Anzanello, l'arrivo del feretro

video Ponte di Piave (Treviso). Un cuscino di fiori rosa e le sue foto, sorridente. Ad accogliere il feretro di Sara Anzanello, la campionessa del volley morta a 38 anni a causa di un tumore, un lunghissimo applauso da parte di tutti coloro che hanno voluto porgerle l'ultimo saluto. Fuori dalla chiesa le bandiere del Coni in onore della campionessa della Nazionale vincitrice del Mondiale del 2002 e di due Coppe del Mondo conquistate nel 2007 e nel 2011.

Aziende e case finiscono sott'acqua: esonda il Piave a Segusino

video Maxi evacuazione di circa 1.300 persone che risiedono nelle aree golenali di Comuni in riva al Piave, decisione mai presa prima. Continua l'emergenza maltempo in tutta la Marca. Verso le 12 di oggi, martedì 30 ottobre, i tecnici stabiliranno se la situazione potrà definirsi in via di risoluzione o se le misure cautelative adottate in questi giorni dovranno continuare. A Salgareda i vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in salvo una persona rimasta intrappolata al primo piano della sua abitazione. Continuano gli interventi di questo tipo a Ponte di Piave. Segnalati allagamenti in molte aziende a Segusino.

Nella Marca al via l'evacuazione delle abitazioni: le operazioni a Susegana

video La prefettura ha ordinato a tutti i comuni lungo le sponde del Piave di avviare piani di evacuazione delle famiglie che vivono nelle aree golenali. Da nord a sud si tratta di centinaia di nuclei, da Susegana a Maserada, da San Biagio di Callalta a Ponte di Piave. Questo perchè il livello del fiume continua a salire scaricando a valle la piena che deriva dalle imponenti precipitazioni che stanno flagellando l'area bellunese. A Valdobbiadene chiuso precauzionalmente il ponte di Fener in attesa che passi la piena, il ponte di Vidor resta aperto. Electrolux chiusa fino alle 12. La videointervista al sindaco di Susegana Vincenza Scarpa. Segui gli aggiornamenti