Furto nell'area di servizio Rubati diecimila euro nell'auto per le vacanze

CESSALTO. Quando ha aperto la propria vettura dopo la sosta nell'area di servizio di Calstorta Ovest in A4 non poteva credere ai suoi occhi. I ladri gli avevano portato via forzando la serratura la bellezza di 10mila euro. In contanti. È quanto è stato sottratto a un turista originario dell'est europeo per il suo viaggio in Italia. Indaga la Polizia stradale di San Donà competente nel tratto che va dalla tangenziale di Mestre a Portogruaro e che quindi sovrintende anche il comune di Cessalto. L'uomo aveva lasciato i suoi effetti personali in auto durante una sosta ristoratrice. Faceva molto caldo e non vedeva l'ora di fermarsi visto che stava affrontando un viaggio molto lungo e duro. Al ritorno l'amara scoperta. I ladri, probabilmente nascosti in una siepe, sono entrati in azione quando più o meno era ora di pranzo. È l'orario giusto per entrare in azione, poiché molte persone sono distratte e non vedono l'ora di raggiungere i locali dell'area, lasciando talvolta incustodite le proprie vetture. Di fronte i ladri avevano proprio "un'autostrada" davanti, visto che nessuno si trovava presso questa vettura. Rubare il malloppo è stato un gioco da ragazzi e la vittima altro non ha potuto fare che dotarsi di pazienza e chiamare le forze dell'ordine. Sul posto gli agenti della Polstrada di San Donà hanno raccolti elementi utili alle indagini. Esplode l'estate e aumentano i disagi sulle aree di servizio cessaltesi. Di notte tornano a riempirsi i piazzali di mezzi pesanti i cui autisti, in spregio alle comuni regole, occupano le corsie per dormire. Questa situazione, più simile a una giungla, rischia di compromettere la sicurezza stradale all'interno della stessa Calstorta. --Rosario Padovano