Senza Titolo

La caparbietà di una videomaker che lavora per Vice a New York, uno dei più prestigiosi siti di informazione mondiale, la bravura di una violinista di fama internazionale ingaggiata dallo storico teatro San Carlo di Napoli, la determinazione di due fratelli che stanno rilanciando l'impresa di famiglia dopo la scomparsa del padre. la rosa Il Premio Locanda Da Gerry 2019 va a Elena Grosso, 27 anni di Roncade, Claudia Irene Tessaro, 23 anni di Vallà di Riese, e ai fratelli Riccardo e Marco Zanesco, 27 e 26 anni di Pederobba. Tutta trevigiana quindi la rosa dei vincitori del riconoscimento nato per valorizzare i migliori talenti under 35. «Il Premio intende far conoscere giovani promesse del nostro territorio, che in silenzio, con grande sacrificio e passione, stanno coronando i loro sogni. Abbiamo bisogno di esempi positivi» sottolinea Gerry Menegon, titolare della Locanda da Gerry di Monfumo e patron dell'iniziativa. A salire sul podio: Elena Grosso, dopo il diploma si trasferisce a Miami e per un anno lavora nella cucina di un ristorante italiano. Poi il rientro in Italia e la ripartenza. Supera la selezione per entrare alla famosa scuola di recitazione Actors Studio di New York, e per due anni si forma in questo "tempio sacro". Nel frattempo si specializza nella tecnica video e insieme a un socio fonda la Lightofilm, casa di produzione di video. Da alcuni mesi lavora a Vice, come tecnico al montaggio e alla post produzione. Claudia Irene Tessaro inizia gli studi di violino all'età di cinque anni e si diploma a 17 con il Massimo dei voti, lode e menzione d'Onore al Conservatorio Steffani di Castelfranco. Dal 2013, si perfeziona con Salvatore Accardo, nel 2016 consegue una borsa di studio alla Musikhochschule di Lugano. Dal 2015 al 2018 è stata a fianco del maestro Riccardo Muti. Professore d'orchestra aggiunto è considerata nel panorama nazionale un talento emergente del violino, e una raffinata interprete del repertorio violinistico del '900. Riccardo e Marco Zanesco, rappresentano una storia di impresa positiva. A poco più di vent'anni, a causa della prematura scomparsa del padre, Nico, sono costretti a rimboccarsi ancora di più le maniche e a fare la scelta di proseguire nell'azienda di famiglia, la ORVI (Officina Riparazioni Veicoli Industriali) di Pederobba.Eredi d'impresa Una decisione incoraggiata dalla madre Elisabetta e dalle sorelle Marta, Sara e Serena. Oggi la ORVI conta sette dipendenti e ricavi per 1,5 milioni di euro. Riccardo e Marco sono un esempio di talento applicato al mondo dell'impresa. serata speciale La cerimonia di consegna del Premio Locanda Da Gerry è prevista per venerdì 21 giugno al ristorante Da Gerry di Monfumo nel corso di una serata speciale che renderà omaggio alla tradizione enogastronomica locale per dare il benvenuto all'estate. L'evento è patrocinato da Confartigianato AsoloMontebelluna e Credito Trevigiano. Il ricavato della serata andrà a sostegno della Lega italiana per la lotta contro i tumori di Treviso. --