Cade dall'impalcatura, batte il capo: grave

NERVESA. Forse un mancamento è stato all'origine del grave infortunio sul lavoro accaduto ieri a metà mattinata nel cantiere di una casa in costruzione in via Madonnetta a Bidasio, frazione di Nervesa della Battaglia. Marco Pandolfo, un giovane di 29 anni residente nella zona, è caduto improvvisamente da una impalcatura da una altezza di circa due metri e ha battuto violentemente sul pavimento prima con la spalla e poi con la testa e ha riportato un grave trauma cranico. Soccorso, è stato poi trasferito all'ospedale di Treviso dove è stato accolto in prognosi riservata.l'incidenteErano all'incirca le 10.30, il giovane stava lavorando col padre nella edificazione di una abitazione a Bidasio. Stavano realizzando una parete della casa in via di costruzione; il giovane si trovava sopra un'impalcatura che era appoggiata su dei cavalletti, a una altezza di un paio di metri da terra, quando è caduto giù. Violento l'impatto contro il pavimento nonostante la modesta altezza. Il 29enne non si trovava infatti ad una altezza rilevante, solo un paio di metri, forse qualcosa di meno, ma è caduto giù in pratica a peso morto. Ha colpito il suolo prima di spalla, ma subito dopo ha battuto la testa. Ed è stato questo che ha provocato il grave trauma cranico.La dinamica della caduta fa pensare che abbia avuto un malore, un mancamento che gli ha fatto perdere l'equilibrio e cadere giù pesantemente dall'impalcatura su cui stava lavorando. Forse il gran caldo di ieri mattina gli ha fatto venire uno stordimento e il 29enne è caduto giù, senza essere trattenuto da alcuna protezione.Il primo a soccorrerlo è stato proprio il padre che era lì vicino: il giovane era cosciente, ma aveva battuto violentemente la testa e quindi è stato chiesto l'intervento del Suem, che in via Madonnetta a Bidasio ha subito mandato un'ambulanza e l'automedica dal pronto soccorso dell'ospedale di Montebelluna. Il giovane non aveva perso conoscenza, ma il fatto che provasse vertigini e avesse vomitato ha fatto temere che il trauma cranico riportato fosse grave e quindi si è optato, dopo averne stabilizzato le condizioni lì in cantiere, per trasferirlo al Ca' Foncello di Treviso, dove è stato direttamente portato dall'ambulanza. All'ospedale di Treviso il giovane è stato accolto in prognosi riservata e sottoposto ad accertamenti per valutare l'entità del trauma cranico subito nella caduta dall'impalcatura. Le sue condizioni vengono definite serie, ma stabili.altro infortunioUn altro infortunio sul lavoro nel pomeriggio alla società agricola Funghi dei Colli Asolani, a Signoressa. Un'operaia cinese di 46 anni è stata investita in volto da una piccola quantità di cloro. Immediato il soccorso. Nulla di grave. --Enzo Favero BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI