Senza Titolo

«Non c'erano i requisiti della violenza privata», aveva chiarito l'avvocato Giuseppe Romano che rappresentava 45 no global finiti a processo per violenza privata. Il 21 febbraio 2014 avevano aperto il casello dell'A4 a Villabona, con il risultato che per un'ora non erano stati pagati i pedaggi. L'obiettivo era protestare contro i rincari autostradali decisi da Cav. Ieri il giudice Enrico Ciampaglia ha assolto tutti gli imputati con la formula più ampia, ovvero perché il fatto non sussiste. Il rappresentante dell'accusa nella scorsa udienza aveva chiesto la condanna a 4 mesi ciascuno. Tra i no global finiti a processo ci sono Beppe Caccia (1968, Venezia), all'epoca consigliere comunale a Ca' Farsetti e ora armatore della nave "Mare Jonio", oltre a Tommaso Cacciari (1977, Venezia), e tra gli altri anche quattro trevigiani: Roberta Da Soller (1983, Cison di Valmarino), Simone Sommariva (1988, Colle Umberto), Fabio Tomaselli (1980, Treviso), Nicola Vendraminetto (1983, Zenson di Piave), autonomi che sono poi in parte confluiti del Cso Django . --Rubina Bon