Singapore chiama Treviso per la bioessiccazione

Maserada. Per realizzare il più grande impianto di bioessiccazione e ottenere un impianto per la valorizzazione di rifiuti indifferenziati da 220 mila tonnellate l'anno, una società privata di Singapore, operativa in campo ambientale, ha scelto un progetto della trevigiana Mion Ventoltermica Depurazioni, di Maserada sul Piave. L'impianto consentirà di recuperare e trasformare i rifiuti solidi urbani in combustibile da rifiuti, cioè una nuova fonte di energia. Il progetto ha ottenuto l'approvazione e l'autorizzazione dalla "National Environment Agency" (Nea) di Singapore, ente equiparato al ministero dell'Ambiente italiano. Mion Ventoltermica opera fino dal 1968 nel campo degli impianti di trattamento rifiuti e biomasse, nonché nel settore degli impianti di aspirazione e di depurazione dell'aria. --