Tempesta sui vigneti del Prosecco Docg Allagamenti e frane sulla Pedemontana

Andrea De Polotreviso. Quando non piove, grandina: terza tempesta in una settimana sulla Marca, ieri mattina poco prima delle 6 con la frazione di Ron (Valdobbiadene) come epicentro, e siamo appena all'inizio di maggio. Le foto che inondano i social sembrano quelle di una nevicata, i produttori gridano al disastro ed evocano perdite fino al 90% del raccolto, il Consorzio predica calma e intanto i sindaci contano gli altri danni: frane (una decina quelle urgenti secondo la Provincia), smottamenti, allagamenti (a Revine preoccupa il livello del lago).vigneti in ginocchio«Il clima è impazzito per davvero» è la sintesi del presidente trevigiano di Confagricoltura, Lodovico Giustiniani. I fari sono tutti puntati sul Prosecco, alle prese con due grandinate record in sei giorni: 26 aprile e 3 maggio. Senza trascurare la tempesta di domenica 28 aprile, in un quadro di maltempo diffuso che aveva portato alla tracimazione dell'Avenale a Castelfranco. Ieri mattina imbiancati Valdobbiadene centro, Ron, San Pietro e San Vito; una settimana fa anche Follina, Miane, Guia. Il Consorzio rimanda la stima ufficiale dei danni a lunedì, quando incontrerà in sede produttori e Regione per capire se ci sono margini per i rimborsi. allagamenti e guastiDa ieri il ristorante Corona del Re, a Fratta di Tarzo, è allarmato per l'innalzamento dell'acqua del lago. In giardino c'è mezzo metro d'acqua: «Di solito succede con le piogge di novembre» ha spiegato il titolare, «stavolta è successo in primavera perché continua a piovere». Un guasto alle centraline telefoniche della Telecom ha mandato in tilt le linee telefoniche del call center del Cup del distretto Asolo. Ieri, per tutto il giorno, decine di utenti non hanno potuto contattarlo per prenotare visite ed esami. Il gestore ha fatto sapere che i tecnici sono al lavoro per le riparazioni.la marca che franaPossagno, Monfumo, Maser, Revine Lago, Sarmede, Fregona, Vazzola. Più gli smottamenti sulle strade che salgono in cima al Grappa. È la mappa degli smottamenti registrati dal 25 al 29 aprile in provincia di Treviso. Solo quelli principali, ovviamente: «Questi sono tutti interventi da fare con una certa urgenza» spiega Stefano Marcon, presidente della Provincia, «una prima stima sommaria prevede un intervento complessivo di 70 mila euro circa». Fregona è tra i Comuni più martoriati, ma l'amministrazione si è fatta trovare pronta: «Uno smottamento importante è sulla strada che dal campo sportivo porta alle grotte del Caglieron, ma ci siamo già attivati per un primo intervento» commenta il sindaco Laura Buso, «altre due frane si trovano in zona, verso valle, ma hanno un fronte ridotto e non insistono sulla viabilità principale». Ieri chiusa per frana la "Strada del Santo" che collega Sonego a Cadolten. «Ci siamo messi in contatto con i proprietari del terreno ed è sotto controllo» assicura il sindaco Buso, «una volta passata l'emergenza serviranno progetti di messa in sicurezza definitivi». Prima, appunto, deve passare l'emergenza: gli esperti dicono che continuerà fino a lunedì mattina. --