Le botte e lo stupro in un video Presi i militanti di CasaPound

dall'inviataMaria Rosa Tomasellovallerano (vITERBO). È il tempo a tradirli. Il tempo troppo breve trascorso tra la violenza e l'intervento della polizia che impedisce, con ogni probabilità, che i filmati degli abusi custoditi nei cellulari siano cancellati. I video, definiti «raccapriccianti», sono per gli inquirenti la testimonianza di una notte di orrore, di uno stupro durato ore e consumato a turno e che alle prime ore di ieri porta all'arresto di Francesco Chiricozzi, 19 anni, consigliere comunale di CasaPound a Vallerano, comune della Tuscia Viterbese, e di Riccardo Licci, 21 anni, di Viterbo, simpatizzante del movimento di estrema destra. Tutto accade nella notte tra l'11 e il 12 aprile, nella città dei Papi. La vittima è una donna italiana, ha 36 anni. Sono le 22. 30 quando incontra per caso in un locale quelli che, racconta, si trasformeranno nei suoi aguzzini: si conoscono in un pub del centro, bevono, ridono, poi i due ragazzi la invitano a spostarsi con loro in un circolo privato dove, le dicono, c'è una festa. Lei li segue, e si ritrova davanti a un locale di piazza Sallupara. Uno dei due ha le chiavi, entrano. Ma non c'è alcuna festa, quella sera, all'Old Manners (ora chiuso per 15 giorni dal questore), locale nato come circolo sportivo e diventato ritrovo della galassia dell'estrema destra.I ragazzi tentano un approccio sessuale, la donna rifiuta, cerca di opporre resistenza, ma viene colpita con pugni al volto e perde coscienza. La violenza dura ore. Poi la vittima viene lasciata andare con un'ultima minaccia: «Stai zitta, tanto non ti crederà nessuno». Ma lei sceglie di non tacere: va in ospedale, racconta la sua storia, scattano le indagini. Non conosce i nomi, ma ricorda il locale. La Digos le mostra le foto di alcuni soggetti che ruotano attorno all'Old Manners, lei li riconosce. È la sera del 12 aprile: durante le perquisizioni vengono sequestrati i cellulari e saltano fuori le immagini che per gli investigatori della squadra Mobile forniscono elementi dirimenti sulla violenza sessuale. A Vallerano la notizia spezza una quiete già incerta. In questa cittadina di 2600 abitanti un tempo chiamata «la piccola Russia», una roccaforte storica del centrosinistra, in assenza di una lista di centrodestra alle amministrative del 2018 CasaPound ha conquistato i tre seggi di minoranza in consiglio comunale. «Se i fatti saranno confermati, per noi è l'ennesimo risveglio dopo un episodio vergognoso, come era già accaduto con l'aggressione a un ragazzo che aveva osato scrivere un post ironico su Facebook su CasaPound, aggressione a cui erano presenti due degli attuali consiglieri - commenta il sindaco Adelio Gregori, che guida una giunta civica di centrosinistra - Allora qualcuno ha pensato con troppa leggerezza che si trattasse di bravate, ora è bene che chi ha gli occhi chiusi li apra, davanti a una forza politica che alle elezioni ha avuto il 20%». È una storia che risale al 12 febbraio 2017, quando un giovane di Vallerano, Paolo E. , viene circondato e pestato da un gruppo di militanti di estrema destra all'uscita di una pizzeria. Per quella vicenda è stato condannato a un anno e 11 mesi Jacopo Polidori, capogruppo di CasaPound in consiglio, due anni e due mesi per il militante Luca Santini. Francesco Chiricozzi, all'epoca minorenne, è stato invece rinviato a giudizio: il processo dovrebbe aprirsi il 19 luglio. Ieri i due militanti di CasaPound arrestati sono stati espulsi in via cautelativa «viste la gravità delle accuse contestate». Chiricozzi, che in passato era stato allontanato dal Blocco studentesco perché «troppo violento» e aveva subito un Daspo di tre anni come ultrà della Viterbese, formalizzerà le sue dimissioni da consigliere.Nella loro casa a poche decine di metri dalla sede di CasaPound, i genitori del giovane arrestato restano in silenzio. «È una famiglia perbene, molto rispettata in paese, che da tempo combatte contro le scelte del figlio - dice il sindaco - so che combattono da tempo contro questa scelta del figlio. Sono rammaricato. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI