L'ispettore Stucky si ritira dalle scene con l'indagine di "C'era il mare"

Elena GrassiChiude a quota mille spettatori la prima edizione di "Treviso Giallo", il festival letterario che ha animato Palazzo dei Trecento nel weekend con mostre, incontri e dibattiti assieme a scrittori, sociologi, investigatori, giornalisti, magistrati, che hanno svelato i segreti delle storie da brivido. La responsabile organizzativa, Lisa Marra di Linea Edizioni, traccia un bilancio: «Il picco di afflusso c'è stato sabato, per gli scrittori del Veneto, Stefano Masini, Fulvio Luna Romero e Alberto Toso Fei, e per l'incontro sul giallo e le investigazioni con l'ex magistrato Carlo Nordio, la giornalista di "Quarto Grado" Rosa Teruzzi e il giornalista delle "Iene" Pablo Trincia, catalizzatore per i giovani». Come catalizzatore per gli studenti del liceo Duca degli Abruzzi è stato l'artista Fabio Visintin, curatore della mostra d'illustrazioni per i 20 anni di "Giallo Marsilio", inaugurata sabato mattina. Ieri invece gran finale con l'appuntamento "Giallo e società contemporanea" e gli scrittori Fulvio Ervas, Patrick Fogli, Valerio Varesi e Mariolina Venezia (assente Loriano Machiavelli per motivi di salute). E proprio Ervas ha colto l'occasione per annunciare l'addio dalle scene del crimine dell'ispettore Stucky nel suo ultimo romanzo "C'era il mare" (Marcos y Marcos, 2018). «Il poliziesco per me è il dispositivo per indagare il territorio veneto e il suo ambiente, dandone una lettura narrativa che sorge da statistiche e studi scientifici», ha detto Ervas, «come quelli sulle conseguenze della monocultura del prosecco fino a Porto Marghera, dove Stuky arriva in questa ultima storia, per chiudere un ciclo in un posto simbolico, dato che tutto l'inquinamento prima o poi arriva al mare, e che questo polo industriale ha lasciato sicuramente pepite d'oro, ma anche molta ruggine e qualche morto». La lettura della società contemporanea in chiave letteraria, ma anche psicologica, giuridica e territoriale, è stato il segreto del successo di questo festival e del genere stesso, che resiste a 90 anni dalla sua nascita con i Gialli Mondatori. Linea edizioni per avvicinare i più giovani alla lettura e alla scrittura ha indetto inoltre il concorso Teen Noir per i racconti gialli di ragazzi dai 13 ai 19 anni (regolamento dal 20 aprile in www.lineaedizioni.it). Tante voci che raccontano luci e ombre della nostra vita alla ricerca della verità, investigativa ma anche esistenziale. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI