Piano traffico, confronto al via L'area pedonale si amplia?

CONEGLIANO. Hanno preso il via gli incontri per progettare il futuro viabilistico della città. Il Piano urbano del traffico è in dirittura arrivo, dopo lo studio realizzato dalla società Mob-up, a cui il Comune di Conegliano aveva affidato l'incarico quasi un anno fa.Mercoledì sera è stato dato avvio ai tavoli di concertazione, in cui saranno coinvolte associazioni, gruppi, consiglieri comunali e cittadini interessati per raccogliere il maggior numero di indicazioni e arrivare a dei progetti condivisi. Già erano stati raccolti i questionari tra i cittadini e anche attraverso gli istituti scolastici. Grazie inoltre al supporto della polizia locale è stata raccolta una notevole mole di dati sui flussi di traffico. Nel giro di un mese si trarranno le conclusioni e definiti gli i elaborati.«Abbiamo aperto i tavoli di concertazione all'esito della raccolta dei dati», annuncia l'assessore alla viabilità, Claudia Brugioni, «ho inviato anche a tutti i consiglieri le richieste di osservazioni. Vogliamo attuare un sistema viabilistico in funzione di una città del futuro. Desidererei che entro marzo, al massimo aprile, siano definite le ipotesi».Da mercoledì sono arrivate le ruspe in via Vespucci, che nel 2020 dovrebbe essere aperta al traffico. La modifica della viabilità in centro sarà uno dei nodi da sciogliere. La scelta riguarderà la chiusura di via Carducci, con la trasformazione in piazza, eventuali nuove zone a traffico limitato e determinazioni sulla ztl esistente nel centro storico. Ci sarà un confronto su diversi aspetti e non sarà banale mettere d'accordo diverse idee. L'assessore sarebbe propensa ad ampliare l'area pedonale, verso corso Mazzini e Vittorio Emanuele, implementando i servizi. «Ci sono molti elementi da valutare, io sono dell'idea che se la gente cammina in città la vive maggiormente», dichiara l'assessore Brugioni, «anche se mi rendo conto che, se qualcuno non arriva con l'auto fin sotto a un locale, non è contento».La zona a traffico limitato in centro storico non è in discussione. Per quanto riguarda via XX Settembre era emersa un'ipotesi di aprire delle "finestre" orarie, in particolare per agevolare i veicoli che vanno a rifornire attività commerciali ed esercizi pubblici. Adesso sono attivi i nuovi varchi, oltre a quello all'imbocco di via XX Settembre, per prevenire accessi da parte dei furbetti che non hanno pass o permessi. Il Put, insieme al cuore delle città, ridisegnerà la viabilità in frazioni e quartieri. Il Piano urbano del traffico dovrà passare attraverso l'approvazione del consiglio comunale. A Conegliano il Put è fermo all'anno 2000. Diventato maggiorenne, deve essere adeguato guardando a lungo termine. --Diego Bortolotto BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI