Artisti di strada ai "Pie' descalsi" con 20 compagnie da tutto il mondo

Vascon di Carbonera lancia per la 21° volta, dal 13 al 17 settembre, "Co i piè descalsi", festival internazionale dell'arte performativa e del più bel teatro di strada. "Co I Piè Descalsi" oltre ad essere il titolo della manifestazione pare essere anche un esplicito invito a partecipare con lo spirito della tradizione. Spiegano gli organizzatori: «Co I Piè Descalsi, ovvero a piedi nudi, è un invito a ritrovare le emozioni di quando eravamo bambini, scoprirsi a vivere la serenità e la spensieratezza dei giochi e delle tradizioni dell'infanzia, rimanere a bocca aperta di fronte alle evoluzioni degli acrobati, osservare le mani degli artigiani da cui prendono forma manufatti quasi per magia ed infine gustare i buoni prodotti della tradizione culinaria veneta».E così il cartellone degli eventi iscrive, ad esempio, nel weekend del 15 e 16 la presenza di ben 20 compagnie da tutto il mondo, artisti dal Giappone, Argentina, Francia, Repubblica Ceca, Germania, Grecia, ma anche molti italiani. Oltre 70 repliche in due giorni. Tra gli spettacoli in programma da segnalare la prima nazionale del circo contemporaneo inglese "Lost In Traslation Circus" caratterizzato da uno stile unico che unisce magistralmente delicate drammaturgie teatrali, dinamici ed elettrizzanti numeri circensi di altissimo livello e un sense of humor che è ormai il loro marchio di fabbrica. Non solo straordinari spettacoli di strada, arte, teatro, ma anche la mostra dell'artigianato e del biologico, i laboratori del gioco, pompieropoli, enogastronomia e molto altro saranno protagonisti nel weekend del festival 2018, mentre live musicali con importanti band della Marca, abbinate a degustazioni culinarie presso lo stand, animeranno le serate del giovedì 13 con "Leo & Gli Altri Tre" in omaggio a Conte, Buscaglione e Capossela, del venerdì 14 con "The Fireplaces "e del lunedì 17 con "I Fantaghirock". Una festa sempre diversa, per idee, soluzioni, scelte artistiche innovative e al passo con le ultime tendenze, senza dimenticare la grande arte della manualità degli artigiani e valorizzare al meglio le proposte enogastronomiche del territorio. L'accesso al festival è gratuito, ma all'entrata i visitatori troveranno un "Grande Cappello" per un'offerta libera a sostegno della manifestazione. Info e programma completo nel sito www.gr86/descalsi. --Alessandro Valenti