Volontariato in lutto per la morte di Barazza

CAPPELLA MAGGIOREl volontariato piange la scomparsa di Silvano Barazza. Il meccanico 55 enne si è spento ieri mattina all'ospedale di Vittorio Veneto a seguito di un tumore fulminante. Barazza aveva scoperto la malattia solo ai primi di giugno. Per molto tempo, Silvano era stato volontario della Croce Rossa di Vittorio Veneto, impegnato tutti i fine settimana a guidare le ambulanze. Poi l'impegno nella Pro loco di Cappella Maggiore, dove aveva ricoperto anche il ruolo di consigliere e dove era impegnato tutto l'anno. In particolare come capo bar in piazza per l'Oktoberfest, ma in generale per tutti gli eventi organizzati a Cappella Maggiore. «Dava l'anima in ogni cosa che faceva», lo ricordano colleghi e amici . Con Croce Rossa e Pro loco si era attivato per portare eventi e manifestazioni in paese senza però mai mettersi in mostra. Da molti anni lavorava come meccanico alla De Bona di Susegana, dove si era conquistato la massima fiducia dei superiori. I funerali saranno celebrati martedì alle 11 nella chiesa parrocchiale. Lascia la moglie Roberta e la figlia Agnese.Francesca Gallo