Reazione a Catena scarica i "Filotti" trevigiani Si fermano a 59 mila euro

Il fato li aveva graziati un paio di volte senza gareggiare. Ma stavolta son caduti. I "Filotti" trevigiani non sono più i campioni della trasmissione televisiva "Reazione a Catena", ammiraglia del preserale di RaiUno.Erano partiti con il piede giusto alla vigilia della notte di San Lorenzo, vincendo 59 mila euro al domandone finale. Poi si erano riconfermati e guidi avevano usufruito di un paio di giorni di riposo straordinario: il primo perché la trasmissione era saltata per far posto all'appuntamento tivù di Papa Francesco con i giovani al Circo Massimo. Poi la tragedia di Genova si era "mangiata" un'altra puntata del gioco a quiz "enigmistico" ed era continuato senza battaglia l'interregno di Francesco Maguolo di Mogliano, Riccardo Naletto di Zero Branco e Francesco Iudica di Casale sul Sile, tutti nati nel 1997 ma tutti ancora ventenni.Passione comune il biliardo (ed ecco spiegato il nome d'arte dei ragazzi trevigiani), sognavano di comprarsi più di un "panno verde" per giocare in casa. Ma ieri le cose non sono andate bene come nell'ultima puntata disputata e i ragazzi di Marca hanno dovuto capitolare di fronte a un trio femminile, le Camomille. --Niccolò Budoia