Scippavano le vecchine per strada: presi

Enzo Favero / CORNUDAEra uno scippatore seriale il diciassettenne marocchino residente a Cornuda. Con un complice maggiorenne di Cavaso che lo attendeva in auto dopo ogni colpo, aveva preso di mira anziani con collana d'oro al collo nella Pedemontana. E uno di questi scippi si era trasformato in rapina per le lesioni alla vittima.l'arrestoAdesso è finito in cella su ordine di custodia cautelare in carcere della Procura dei Minori di Venezia dopo che i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Montebelluna sono riusciti a individuarlo. complice denunciatoDenunciato invece il complice, anche lui marocchino, un ventiduenne residente a Cavaso. Sono stati ritenuti autori, in concorso, di una rapina con lesioni personali aggravate e di due furti aggravati ai danni di persone anziane. i colpiTre colpi in quattro giorni: il 31 maggio a Valdobbiadene, il primo giugno a Crocetta, il 3 giugno a Possagno. Il 31 maggio scorso, a Valdobbiadene, nei pressi della chiesetta Madonna della Rosa, la vittima era stato un sessantenne della zona. Il diciassettenne gli aveva strappato dal collo una grossa collana in oro con due crocifissi, del valore di 1.500 euro. Il sessantenne era stato fatto cadere a terra e aveva riportato un forte trauma a una gamba: da qui la contestazione del reato di rapina con lesioni personali aggravate. Il giorno dopo, il primo giugno, i due sono entrati in azione a Crocetta, in via Pontello. Avevano adocchiato una novantacinquenne. L'anziana camminava lungo la strada. Con la forza le hanno strappato dal collo una catenina in oro del valore di circa duemila euro. Due giorni di pausa poi il 3 giugno altro scippo, questa volta a Possagno, in via Canova. Vittima una settantacinquenne possagnese, anche lei con catenina d'oro al collo. Le era stata strappata dal collo ciondolo compreso. Valore 800 euro. le modalitÀTutti i raid sono stati compiuti dal minorenne di Cornuda che ha aggredito le vittime alle spalle, per poi fuggire su un'auto di piccola cilindrata, condotta dal complice maggiorenne di Cavaso. Erano diventati il terrore delle anziane, ma in base alle descrizioni fornite i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Montebelluna hanno individuato nel ragazzo di Cornuda, con precedenti per furto e droga, lo scippatore delle anziane, e nel ventiduenne di Cavaso il complice autista. In carcere il minorenne, denunciato il complice. --