Davanti c'è solo Treviso capoluogo Dietro Mogliano e Montebelluna

I dati nudi e crudi. Dopo Treviso città con i suoi 2.213 ettari consumati su 3.339 non consumati o da consumare, svetta Castelfranco. A seguire ci sono Mogliano Veneto con 1.127 ettari cementificati sul totale di 3.495, poi Montebelluna con 1.122 ettari su 3.774, Vittorio Veneto con 1.088 su 7.185, Vedelago con 1.055 ettari su 5.126 e infine Paese con 1.023 ettari consumati su 2.783. Per alcuni di loro c'è la Superstrada pedemontana veneta a rendere ampio il consumo di suolo, vedi Mogliano, Montebelluna e, in parte, Vedelago area nord. Ma tutti restano davanti a comuni popolosi come Bassano del Grappa, Monselice, Chioggia, Adria, per poco anche Caorle. Quest'ultimo con 1.189 ettari consumati, viene superato abbondantemente da Castelfranco e per poche decine di ettari resta sopra agli altri comuni. Belluno capoluogo, 1.086 ettari consumati su 13.624, consuma come Vittorio Veneto.