Morto Campagnaro noto immobiliarista

quintoSe ne è andato improvvisamente lunedì nel tardo pomeriggio Lorenzo Campagnaro, imprenditore originario di Martellago conosciuto non solo nel suo paese, dov'era da sempre attivo e propositivo, ma anche tra Mestre Padova e Treviso per via delle sue operazioni immobiliari. La notizia èapparsa ieri mattina sui social. Un uomo sempre presente, che partecipava agli incontri, alle assemblee, alla vita sociale, prodigo di consigli, acuto e perspicace. Da giovane ha aperto la prima agenzia immobiliare, la Edilca, che poi da Martellago si è allargata aprendo molte altre sedi nei territori circostanti. L'idea del network di agenzie quando ancora non si usava, è stata proprio sua. Mediatore, esperto di immobili, aveva un grandissimo fiuto per gli affari ma non dimenticava il legame con il territorio. «Te ne sei andato improvvisamente, come avevi fatto anche altre volte» lo ricorda l'onorevole Andrea Causin, «con la differenza che questa volta non potremo attendere il tuo ritorno. Qualcuno ti invidiava, perché questo è il prezzo del successo di chi viene da una famiglia normale e riesce ad arrivare dove vuole. Nonostante tutto, nonostante tutti. Fin da ragazzo ti guardavo con ammirazione, a cercare di carpire il segreto di quella volontà che ti portava a raggiungere ogni risultato nella vita e nel lavoro. Ci siamo "mandati in mona" ma ci siamo soprattutto voluti bene, perché in fondo sapevamo che eravamo simili, spero che ora tu possa trovare una risposta a tutte le domande e quella serenità che tanto desideravi dopo anni di battaglie, buon viaggio». Una persona gentile, a modo. In tantissimi ricordano qualche regalo o presente ricevuto da lui, dall'aloe alla lavanda, ma anche solo una pacca sulla spalla. Racconta il vicesindaco Alberto Ferri:n «Lo avevo visto lunedì poco prima che se ne andasse». In questi giorni stava lavorando, aveva accompagnato dei clienti a vedere alcuni appartamenti all'asta. «Era una persona che esplicitava il suo pensiero. La sua grande abilità era il grande fiuto degli affari abbinato alla psicologia della persona". Spesso appesi alle vetrine delle agenzie immobiliari, messaggi, ciclostilati allestiva la vetrina come "stimolo" verso i suoi concittadini sui temi caldi e scottanti, come quando se la prese con la fusione tra le banche locali. Una delle sue ultime operazioni fu quella, a Quinto di Treviso, del complesso delle ex Vaserie. i funerali venerdì alle 9 a Martellago.