Paura per l'incendio alla Finver di Motta Danni ingenti, nessun pericolo per l'aria

Gloria Girardinimotta di livenzaUn incendio ha devastato ieri mattina una fabbrica di verniciatura per mobili, nella zona industriale di Motta. Allarme e paura anche per la vicinanza al Centro Riciclo, in realtà l'azienda dove è scoppiato il rogo è la Finver di via Marche. Visibile da distante la nuvola di fumo che si è levata prima delle sette nella zona industriale.L'incendio è scoppiato alle 6.45, poco dopo l'inizio del primo turno di lavoro. Le fiamme si sono sprigionate dal reparto di verniciatura e levigazione della Finver srl, azienda specializzata nella verniciatura , lucidatura e levigatura di componenti per mobili.Immediatamente è scattato l'allarme e sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco di Motta, coaudiuvati poi dai colleghi di Treviso, Conegliano e San Donà di Piave con otto automezzi tra cui tre autobotti, un carro schiuma, un'autoscala, tre autopompe serbatoio. Venti i vigili del fuoco impegnati nelle operazioni di spegnimento e controllo del fuoco e del fumo.Nessuna persona ha riportato danni, mentre una parte consistente del capannone è stato danneggiato dal fuoco. Le operazioni di produzione naturalmente sono state interrotte immediatamente e la fabbrica evacuata. Le prime a essere mandate a casa sono state le donne, mentre gli uomini si sono fermati per aiutare i vigili del fuoco nell'intervento, soprattutto per aiutarli a districarsi nello stabilimento .L'alta colonna di fumo, visibile a chilometri di distanza, ha preoccupato non solo i cittadini di Motta di Livenza, ma anche dei paesi limitrofi, come Chiarano dove sembra essersi diretto il fumo. In molti hanno pensato che fosse andato a fuoco il vicino Centro Risorse, che si trova ad appena un centinaio di metri dalla Finver.L'incendio è stato domato velocemente, ma l'intervento di contenimento è stato lungo e impegnativo. Per fortuna le fiamme sono state circoscritte, così l'incendio non ha toccato altre parti della fabbrica. Il rogo ha interessato anche parte della copertura. Molto ingenti i danni alla struttura.Il sistema antincendio ha funzionato, in attesa dell'arrivo dei vigili del fuoco ha contribuito a limitare i danni. I tecnici del comando provinciale dei vigili del fuoco sono al lavoro per accertare l'innesco dell'incendio ma sarà difficile capire con esattezza che cosa possa essere successo. Alcuni testimoni avrebbero riferito che tra le cause possibili ci potrebbe essere un corto circuito all'impianto di aerazione. Un aiuto potrebbe venire anche dalle immagini della videosorveglianza dell'azienda, che sono state recuperate dai carabinieri.Sul posto immediatamente c'era anche il proprietario dell'azienda, Zefferino Franzin, che si è coordinato con i vigili del fuoco e con i carabinieri. Nessuna preoccupazione invece per l'aria, nonostante la vasta nuvola di fumo. Sul posto l'Arpav ha posato due centraline per il controllo delle emissioni in atmosfera, ma pare non vi siano problemi. «La prima valutazione fatta dall'Arpav - ha dichiarato il sindaco Alessandro Righi- non sembrerebbe destare preoccupazione. Sono stati prelevati due campioni d'aria e verranno analizzati in dettaglio». La Finver, nata nel 1995, occupa 85 dipendenti e realizza ricavi per dieci milioni di euro. Produce componenti per il mobile ma si occupa anche di lucidatura, verniciatura e gestione dei materiali. L'azienda nel 2017 ha lanciato un brevetto di pannelli a peso ridotto finiti con vernici Bio certificate, realizzati con materiali rinnovabili e che permettono di ridurre del 30-35% le emissioni di CO2 in atmosfera.