«Gli animali aiutano nell'umanizzazione delle terapie»

«Storie come quella di Oderzo - commenta il direttore generale dell'Usl 2, Francesco Benazzi - così come quella della cagnolina che al Ca' Foncello ha aiutato la sua padrona a riprendersi dopo il risveglio dal coma, sono la conferma dell'importanza dell'umanizzazione nelle cure e del ruolo che gli animali da affezione possono avere per il nostro benessere, psichico e fisico».