Marca solidale in assemblea

ORSAGOIeri a Godega di Sant'Urbano l'assemblea ordinaria e la Festa del Socio di Marca Solidale, la cassa mutua di Banca della Marca. L'ente nel 2017 ha erogato 191 mila euro in rimborsi sanitari e in servizi ai propri associati, che in questo modo hanno potuto beneficiare di agevolazioni in ambito socio-sanitario, culturale, e del tempo libero. Tra i focus dell'assemblea, la collaborazione sempre più stretta con l'Usl 2, partner per l'introduzione di nuove soluzioni a sostegno dei bisogni assistenziali come i rimborsi per i costi sostenuti dai soci per la maternità. Grazie anche al raggiungimento di 8.016 soci, Marca Solidale è oggi la prima cassa mutua del movimento del Credito Cooperativo a livello nazionale. È stato quindi discusso e approvato il bilancio di esercizio 2017, che ha visto l'erogazione per attività sociali di 191 mila euro di cui 126.229 di rimborso per spese mediche specialistiche e analisi diagnostiche pari a 5.558 pratiche evase, con un incremento del 30 per cento rispetto all'anno precedente. «Se guardiamo gli ultimi tre anni, i rimborsi sono cresciuti del cento per cento» spiega il presidente Ceolin, «e sono raddoppiate le adesioni a tutte le iniziative. Segno che l'attenzione ai bisogni concreti, l'innovazione continua dei servizi e l'attenta gestione caratteristica hanno fatto di Marca Solidale un partner di sostegno al socio e alla famiglia». Presente anche il presidente di Banca della Marca Claudio Sernagiotto, che ha sottolineato come Marca Solidale sia lo strumento operativo di Banca della Marca di attuazione della propria mission di banca del territorio.©RIPRODUZIONE RISERVATA