In corsa un esercito di 16 mila donne

TREVISOTutto esaurito. Sold out. Il rosa, a Treviso, è il colore della passione. La passione delle oltre 16 mila donne che domenica 6 maggio riempiranno la città di sorrisi, divertimento e solidarietà. Lo slogan di Treviso in rosa - "ColoriAMO insieme la città" - anche quest'anno è stato preso alla lettera. Un trionfo in rosa. Organizzata dalle società sportive cittadine Trevisatletica e Corritreviso, in partnership con la sezione trevigiana della LILT, la Lega italiana per la lotta contro i tumori, Treviso in rosa ha aumentato del 39% le adesioni rispetto all'edizione 2017, raggiungendo la cifra record di 16.314 iscritte. Treviso in rosa si conferma così tra le corse al femminile più partecipate d'Italia. La prima in assoluto, considerando le ridotte dimensioni della città che la ospita. Domenica 6 maggio, a Treviso, sarà davvero una giornata da record. Treviso in rosa è stata presentata ufficialmente martedì sera, al Bhr Treviso Hotel, a Quinto di Treviso. Tra gli intervenuti, insieme ai presidenti delle società organizzatrici, Rolando Zuccon (Trevisatletica) ed Enrico Caldato (Corritreviso), l'assessore allo Sport del Comune di Treviso, Ofelio Michielan, i vertici della sezione trevigiana della LILT, il presidente Alessandro Gava e la vicepresidente Nelly Mantovani, e il dirigente del Dipartimento di Prevenzione della Ulss2, Giovanni Gallo. L'edizione 2018 di Treviso in rosa ha numeri da brivido: le iscritte sono esattamente 16.314, numero ormai quasi definitivo. Gli organizzatori erano partiti da un tetto di 9.500, che hanno progressivamente allargato a fronte dell'elevatissimo numero di richieste di partecipazione. Nell'edizione inaugurale del 2015, organizzata in occasione di una tappa del Giro d'Italia, le iscritte erano 1.600: in quattro edizioni, le partecipanti a Treviso in rosa sono addirittura decuplicate. Va anche sottolineato che le iscrizioni sono state chiuse con due settimane d'anticipo, il 10 aprile. Diversamente, i numeri sarebbero stati ancora maggiori. Le donne di Treviso in rosa arrivano da 15 regioni e 35 province. Tra le iscritte vi sono anche una quindicina di ottantenni e tantissime giovani. Tanto giovani che, a volte, parteciperanno a Treviso in rosa su un passeggino spinto dalla mamma. Treviso in rosa non ha classifiche, perché lo spirito dell'evento non è quello di incentivare l'agonismo, ma di promuovere una festosa aggregazione. L'unica graduatoria riguarderà i gruppi più numerosi. E i gruppi sono davvero tanti: ben 193. Si sono iscritte palestre, scuole, gruppi aziendali, corsi di yoga, pilates e zumba. C'è chi a Treviso festeggerà l'addio al nubilato. Si è persino iscritto un gruppo che parteciperà con i pattini: sono le donne dello Sporting Treviso che, dopo aver preso parte al Roller Day del 4 marzo, bisseranno l'impegno, a Treviso in rosa.