EticaLiving coniuga mobili e moda

L'assemblea di Safilo ha approvato ieri il bilancio 2017, chiuso con perdite per 251,6 milioni, rispetto alla perdita di 142,1 del 2016. L'assemblea ha nominato inoltre il nuovo cda. Dal principale azionista Multibrands Italy (41,69% del capitale) sono stati eletti Eugenio Razelli, Angelo Trocchia, Melchert F. Groot, Jeffrey A. Cole, Robert Polet, Ines Mazzilli, Cinzia Morelli-Verhoog e Catherine Gérardin-Vautrin. La lista ha raccolto il 62,37% dei voti; dalla lista di BDL Capital Management, che detiene il 9,46%, è stato eletto Guido Guzzetti, con il 25,75% dei voti. Presidente è stato confermato Eugenio Razelli. Il nuovo cda ha attribuito ad Angelo Trocchia la carica di amministratore delegato.Sia oggi che il prossimo Primo maggio quasi 5 milioni di italiani lo passeranno al lavoro: cioè un occupato su 5. Lo rileva la Cgia di Mestre secondo la quale il settore dove la presenza degli occupati nei giorni di festa è più elevato è quello degli alberghi/ristoranti. Le regioni dove il lavoro festivo è più diffuso sono quelle dove la vocazione turistica/commerciale è prevalente: Valle d'Aosta (29,5% occupati sul totale dipendenti), Sardegna (24,5%), Puglia (24%), Sicilia (23,7%) e Molise (23,6%) guidano la classifica. In coda, invece, si posizionano Emilia Romagna (17,9%), Marche (17,4%) e Lombardia (16,9%). In Veneto la percentuale è del 18,6. La media nazionale si attesta al 19,8%. TREVISOUn connubio tra artigiani del settore dell'abbigliamento ed una azienda che produce mobili di alta gamma. È il progetto EticaLiving, primo co-branding che sposa la filosofia slow al lusso, tutto made in Veneto. L'azienda attiva nell'interior design è la trevigiana VGnewtrend di Quinto di Treviso, mentre il team di artigiani è coordinato dal designer trevigiano Alessandro Crosato, che ha dato vita a Slow+Fashion+Design con l'interior designer Silvia Muller. «L'idea di fondo - spiega Alessandro Crosato - è contaminare il settore dell'interior design con quello della moda artigianale, creando pezzi unici». Il progetto nasce tra le province di Treviso, Padova e Venezia e mira a creare mobili di fascia alta. «Ogni singolo oggetto farà parte di una produzione limitata - proseguo Crosato - le forme potranno essere riprodotte in altre fantasie di tessuto decorato, tenendo il velluto blu come base della collezione EticaLiving. Ogni pezzo è numerato e corredato dalle informazioni professionali di quanti hanno contribuito alla sua realizzazione, da chi ha contribuito al concetto iniziale fino alla realizzazione finale». Le linee della prima collezione sono in velluto e jeans, realizzate grazie anche alle abili mani di Flavio Ongaro, che si è ispirato alla fantasie di Mariano Fortuny e l'arte Shibori, l'antica tecnica giapponese per la tintura dei tessuti. Alessandro Crosato è impegnato anche su un altro fronte. Guida infatti il team di investitori, affiancati da fondi di investimento italiani ed esteri, che intendono rilanciare marchi noti della moda veneta che rischia il fallimento: Henry Cotton's, Marina Yachting e Mcs. (n.br.)