Nuovo colpo della banda delle moto

Nuovo colpo messo a segno dalla banda di professionisti che sta razziando i concessionari della Marca. L'ultima vittima è il salone Autonord Ducati di via Roma a Villorba, dove i malviventi sono entrati in azione sabato sera e, con ogni probabilità, hanno agito su commissione portando via una sola moto, una Ducati Panigale V4 del valore di circa 40.000 euro. Si tratta della moto di punta tra le "rosse" in esposizione, che si era "salvata" da un precedente colpo in ottobre. Non hanno portato via altro. Sul posto, avvisati dal titolare, sono poi intervenuti i carabinieri per effettuare i primi rilievi e dare la caccia a questa banda di professionisti.«Si tratta certamente di una banda specializzata», ha detto Loris Bortolotto, «hanno utilizzato una lama per aprire il portone ed entrare. Hanno fatto un piccolo segno e si sono portati via la moto che era posizionata in ingresso». Ormai è chairo che le concessionarie trevigiane sono nel mirino di una banda di ladri professionisti che agiscono su commissione. L'ultimo raid in ordine di tempo era infatti avvenuto a metà ottobre: in quella occasione vennero colpite la zona dedicata all'usato della "Autosile" e sempre la "Autonord", rivenditore Citroen e la attigua concessionaria Ducati. All'epoca il bottino, complessivamente, sarebbe stato superiore ai 50.000 euro. Nella serata di sabato, anche se è stata portata via solo una moto, il bottino è stato di circa 40.000 euro. Ma ormai non sembrano esserci più dubbi che nella Marca sia entrata in azione una vera e propria banda specializzata in questo genere di colpi. Sembra chiaro infatti che l'altra sera fossero interessati solamente alla moto che hanno portato via e non ad altre. Ora gli inquirenti sperano che abbiano fatto un passo falso, lasciando qualche traccia che possa permettere di rintracciarli.«Recentemente purtroppo abbiamo avuto un altro furto», aggiunge Bortolotto, «è evidente che si tratta di colpi su ordinazione». Diverse settimane fa presso l'Autosile i ladri avrevano invece forzato l'ingresso posteriore, puntando ad una Subaru. L'allarme era assente nonostante il furto già subito quindici giorni prima. Il colpo all'Autonord era stato invece documentato dalle immagini delle telecamere e sarebbe durato meno di due minuti: i malviventi sono riusciti a penetrare all'interno del salone Ducati prendendo una Multistrada Enduro e una Supersport.Giorgio Barbieri