Monte conquista il derby Eclisse, incubo playout

di Glauco Zuan wMONTEBELLUNA Doveva essere un derby decisivo e decisivo è stato. Il Montebelluna vince e rilancia le proprie quotazioni in chiave salvezza, mentre l'Eclisse Carenipievigina perde e ripiomba a 10 punti dalla zona play-out, forse affossando le già tenui speranze di riaprire la lotta per non retrocedere. Ma sul come questo rispolverato derby trevigiano di serie D sia diventato decisivo è tutto da analizzare. Sì, perché gli uomini di mister Bisioli hanno dominato la partita, sciupando tre clamorose palle-gol nel primo tempo e altrettante nella ripresa, mentre l'undici di mister Zulian è apparso a tratti imbarazzante tra le linee di centrocampo e difesa. Però, si sa, nel calcio vince chi segna e il Montebelluna ha segnato (due tiri in porta, due gol), mentre l'Eclisse Carenipievigina è riuscito a mettere per cinque/sei volte un uomo davanti alla porta, ma a turno De Zotti, Frezza e Tibolla hanno bisticciato con il pallone, spedendolo tra le mani di Milan o sulla pista d'atletica. Di sicuro, il campionato non finisce con il derby. Il Montebelluna mette fieno in cascina e si ritrova a due punti dalla salvezza diretta, ma con ben sei squadre nello spazio di 3 punti (tra i 26 e i 29 punti), mentre l'Eclisse (a 16 punti) scivola ancora a -10 dal terz'ultimo posto, ma giocando una delle migliori partite stagionali. L'impressione è che ne vedremo ancora delle belle da qui al 7 maggio. La cronaca. Partenza tambureggiante dei biancocelesti e dopo 10' De Vido costringe Villanova a smanacciare in angolo. Ma è un fuoco di paglia: gli ospiti salgono subito in cattedra e collezionano palle-gol con Frezza (24'), De Zotti (28'), Zanette (33'), Perna (38') e ancora De Zotti (40'). Ma per la grande legge del calcio, al 41' passano in vantaggio i locali. Soncin attira la difesa al limite dell'area e fa filtrare la palla per Fasan che fredda Villanova con un colpo da biliardo: palo e gol. L'Eclisse non accusa il colpo e conquista subito due calci d'angolo: sul secondo cross dalla bandierina Canzian trova Perna nell'area piccola pronto a incornare a porta vuota per il meritato pareggio. La musica non cambia nella ripresa, con l'Eclisse che cerca la vittoria e prova a sfondare con Canzian (8'), Perna (10'), Tibolla (19') e Frezza (21'). La svolta della gara al 34': Dalla Vedova si fa cacciare per il secondo giallo nello spazio di 20' e il pallino passa in mano al Montebelluna. Che non lo spreca. Al 37' azione fotocopia per Soncin che innesca l'inserimento di Cosner sulla destra, dribbling e fallo di Canzian: rigore ineccepibile. Dagli 11 metri Soncin non sbaglia spiazzando Villanova: 2-1. Partita finita? No, perché c'è ancora tempo per un'altra clamorosa palla-gol per Tibolla (42') che spara alto un centro di Frezza. E al 46' Soncin in contropiede sfiora pure il 3-1.