Imoco, addio a sorpresa Bechis saluta le pantere

di Chiara Bortolato wCONEGLIANO Essere primi in classifica a volte non significa poter starsene tranquilli, nemmeno durante le feste di fine anno. L'Imoco Volley Conegliano ha infatti annunciato ieri di aver interrotto consensualmente il contratto con la regista Marta Bechis. Nella nota ufficiale della società di legge che «La qualità e il valore di Marta Bechis e il poco spazio in campo a disposizione dell'atleta con l'Imoco Volley, hanno consigliato a entrambe le parti questa risoluzione consensuale che permetterà alla palleggiatrice piemontese di vagliare le numerose offerte da parte di altri club e di poter esprimere al meglio le proprie doti. Imoco Volley ringrazia Marta che ancora una volta ha dimostrato nella sua permanenza a Conegliano le sue grandi qualità tecniche e umane e augura alla giocatrice le migliori fortune per il prosieguo della carriera». Un'altra separazione, questa volta meno burrascosa delle precedenti e con motivazioni certo molto più valide. Tuttavia, nonostante la risoluzione del contratto tra l'atleta piemontese e la società trevigiana sia comprensibile e condivisibile, soprattutto per la possibilità di far esprimere il talento di Bechis in campo, rimangono aperte delle riflessioni, che rimbalzano sui social dall'annuncio di ieri: l'attrattiva di un club primo in classifica con obiettivi pesanti – il primo tra tutti chiamato scudetto – probabilmente non è un giusto valore di contrappasso quando si hanno tutte le carte in regola per essere una presenza fissa in campo e non aver la possibilità di entrare. Davanti Bechis si è trovata "solo" la miglior palleggiatrice del mondo, condizione però che era già nota in tempo di firme, e che ora probabilmente si rivela una scelta troppo "stretta" per una regista che ha ancora tutto da dare, specialmente in Italia. »Speriamo di non pentircene a fine campionato», «un errore», «scelta giusta» e così via. Sulla pagina Facebook dell'Imoco Volley Conegliano i commenti si moltiplicano con il passare delle ore, ma la reazione più comune rimane quella di shock e incredulità. Ora Marta vaglierà le «numerose offerte degli altri club», italiani o internazionali che siano e, magari, potrebbe trovarsi anche a giocare, nel girone di ritorno, o in Coppa Italia, contro la sua ormai ex squadra. Alcuni rumors danno per papabili due club italiani e uno straniero: Sudtirol Bolzano (squadra dell'ex libero gialloblù Martina Boscoscuro), Il Bisonte Firenze (fresca presenza al Palaverde) oppure il RC Cannes, nel quale milita già un'altra ex pantera e pari ruolo, Letizia Camera. Con Marta Bechis diretta ad altri lidi, l'Imoco Volley torna ad avere due palleggiatori, Glass e Serena (e non tre, troppi anche per un club di livello). Questo significa anche che coach Mazzanti si trova a dover fare a meno non solo di un validissimo palleggiatore, bensì di una pedina fondamentale negli allenamenti della pausa di campionato, con una formazione già decimata per le partenze delle atlete nazionali, senza contare la ricaduta sul pubblico coneglianese, molto vicino a Bechis (che era anche una delle testimonial di Cuoredarena).