Investita due volte: il pirata scappa

ASOLO. Lui stava arrivando dalla corsia opposta, a bordo della propria auto. E quasi non ha potuto credere ai propri occhi: ha visto l'incidente e poi la fuga del pirata. «È accaduto tutto in un istante», racconta F. C., residente ad Asolo, «stavo arrivando proprio dalla corsia opposta quando ho visto l'auto scura in corsa proprio mentre la donna si stava accingendo ad attraversare la strada. D'impeto io ho rallentato e poi ho frenato, e con la coda dell'occhio l'ho visto fuggire. Purtroppo è accaduto tutto troppo in fretta, quindi non ho fatto in tempo a prendere il numero di targa. E ho capito subito che per la donna c'era poco da fare, visto che è stata colpita anche da un'altra auto, una Volvo». L'uomo ha fornito la propria testimonianza anche agli agenti della Polstrada di Castelfranco, che hanno eseguito i rilievi del caso. (v.m.) di Vera Manolli wASOLO Anziana investita e uccisa nel giorno del suo compleanno. È caccia al pirata della strada che ieri sera ha investito mortalmente Anna Furlan di 75 anni a 50 metri dalla sua abitazione. Nonostante l'intervento tempestivo, all'arrivo dell'ambulanza del Suem 118 di Crespano la pensionata purtroppo era già morta sul colpo. Sul posto per i rilievi è intervenuta una pattuglia della polizia stradale di Treviso. Scena straziante, ieri poco dopo le 19 tra via Veronese e via Palladio dei parenti, della sorella, tra le prime a sul luogo dove la 75enne ha perso la vita. Aveva trascorso il pomeriggio dal dentista mentre la figlia che si trovava a casa di alcuni amici attendeva una telefonata della mamma. Quella telefonata però non è mai arrivata. Dopo la visita dallo specialista l'anziana era rientrata a Casella in corriera. Scesa alla fermata di via Palladio aveva cambiato idea e così, piuttosto che telefonare alla figlia per chiedere di darle un passaggio fino a casa, aveva deciso di andarci a piedi. Mancavano davvero pochissimi passi e poi avrebbe aperto, come tantissime altre volte aveva già fatto, il cancello di casa. Li, purtroppo la settantacinquenne non è riuscita ad arrivare. Mentre stava camminando in parte alla strada un automobilista l'ha centrata in pieno. Un colpo tremendo che l'ha fatta volare per alcuni metri lungo l'asfalto. L'automobilista, che non si è fermato per soccorrere la settantacinquenne, ha proseguito la sua folle corsa in macchina. Purtroppo per l'anziana subito dopo il primo investimento è stata travolta nuovamente da un altro automobilista che oltre ad aver assistito alla scena agghiacciante si è subito fermato a prestare soccorso. Fatali per la pensionata sono state le gravissime ferite, mortali, riportate su tutto il corpo. All'arrivo del medico e infermiere del Suem purtroppo il suo cuore aveva smesso di battere per sempre. Secondo una prima, ancora parziale, ricostruzione probabilmente il primo investitore non si sarebbe accorto, complice forse la scarsa scarsissima illuminazione, dell'anziana che camminava sul ciglio della strada. Proprio ieri la settantacinquenne aveva festeggiato il compleanno. Subito sul posto si è precipitata prima un'amica di famiglia e poi la sorella della pensionata. Ora è caccia al pirata della strada e al vaglio della polizia stradale ci sono anche le telecamere di videosorveglianza di alcune abitazioni vicine e di una banca che si trova a pochissimi metri dal luogo dell'incidente mortale. La settantacinquenne in paese era molto conosciuta da tutti con il soprannome di Isetta. La pensionata è stata trasportata all'obitorio di Castelfranco. Adesso si attende il nullaosta del giudice per stabilire la data dei funerali. ©RIPRODUZIONE RISERVATA