Maltrattata dal giorno delle nozze

MORGANO Dieci anni di percosse e maltrattamenti per futili motivi: durano dal giorno del matrimonio le violenze subite da una donna romena di 38 anni, residente a Badoere, e perpetrate dal marito, un autista italiano 42enne, ora denunciato per maltrattamenti in famiglia, al quale il giudice ha ordinato l'allontanamento da casa e il divieto di avvicinarsi ai familiari finché dureranno le indagini. Una misura decisa al fine di tutelare i due figli della coppia di 8 e 4 anni che hanno dovuto assistere alle continue liti tra i genitori, dove la mamma, almeno a quanto da lei segnalato, era vittima di violenze fisiche e verbali. All'origine potrebbe esserci la gelosia, visto che gran parte delle sfuriate dell'uomo partivano dall'accusa di infedeltà verso di lui. Ma in generale la donna ha segnalato un costante disprezzo nei suoi confronti da parte del coniuge, dichiarato con espressioni irripetibili dove non era raro che alle parole si aggiungessero schiaffi e percosse. Secondo la denuncia questo durerebbe dal 2004, anno in cui i due sono convolati a nozze: dieci anni in cui la donna ha dovuto soltanto subire le sfuriate del marito, forse sperando che prima o poi rinsavisse. Ma purtroppo non è stato così: neppure con la nascita dei due figli le cose sono cambiate. Ad un certo punto la donna non ce l'ha fatta più: stufa di essere continuamente presa di mira senza alcun motivo e per paura di ripercussioni ne confronti di bambini , ha raccontato ai carabinieri che cosa avveniva tra le pareti domestiche: la vicenda sarà ora oggetto di indagini che appureranno le responsabilità dell'uomo rispetto alle accuse della moglie. Per il momento, proprio in riferimento alla presenza di due bambini piccoli e per evitare che si possa comportare nuovamente come segnalato, non potrà abitare nella stessa abitazione ne' avvicinarsi ai familiari: se lo farà ne suoi confronti scatteranno i relativi provvedimenti. Davide Nordio