Il Treviso a Quinto avrà anche Ton

Si avvicina il derby di Quinto ed il Treviso sa bene che quelli saranno altri tre punti da non mancare. Anche perchè finora solo una squadra è riuscita a dividere la postra con i cugini del Tenni 2 (senza "la vendetta"). Chi avrebbe potuto mancare al derby della Noalese era Matteo Ton, capitano senza macchia: quell'infortunio al ginocchio domenica con l'Opitergina gli aveva fatto prendere davvero un grosso spavento, fugato dal controllo medico. È lo stesso capitano a spiegarlo: «Sì, ho tirato un grosso sospiro di sollievo, è finito tutto in una bolla di sapone. E' stata fatta l'ecografia e il dottore ha confermato che non c'è nulla di rotto, la muscolatura è in ordine e quindi ora ci posso lavorare sopra libero da ogni pensiero. Un toccasana, ora che arrivano sfide importanti come il derby con il Quinto, la Liventina, la gara di Coppa Italia ed il Noale, star fuori mi avrebbe fatto rosicare di brutto perché sarebbe stato un fulmine a ciel sereno. Ringrazio il nostro massaggiatore Giovanni Di Nuzzo e lo staff medico del Treviso che mi hanno prontamente assistito già a fine gara, adesso ho solo voglia di allenarmi e di incanalare tutte le mie energie fisiche e mentali sulla sfida con il Quinto». Un altro che non vede l'ora di scendere in campo e di fare la differenza è Damiano Mason, anche per far capire se i biancocelesti hanno definitivamente ritrovato il loro bomber. E a questo punto vedremo se Tentoni lo riproporrà nella versione di trequartista. «Per me comunque non è un ruolo nuovo - dice Mason - , a Noale l'avevo ricoperto per quasi un anno; domenica dovevo sfruttare gli spazi fra le loro due linee e per me sinceramente non è un problema, rientra nelle mie caratteristiche. Poi al gol ho sfogato tutta la rabbia accumulata in queste settimane». Il Quinto il Treviso l'ha già battuto 3-0 in Coppa ma vi aspetta un campo che assomiglierà ad un pantano. «E questo per le nostre caratteristiche non sarà certamente un vantaggio, anzi. Poi mi aspetto un Quinto che come a Noale farà un bel catenaccio, però è una squadra che si sta riprendendo e che sta trovando una sua dimensione: io credo che sarà dura, forse anche più che con l'Opitergina, il Treviso giocherà con il coltello fra i denti nella speranza di recuperare dei punti sulle prime in classifica, ho visto ad esempio che c'è Vittorio Veneto-Calvi Noale». Tentoni domenica dovrà rimpiazzare i due squalificati Pilotto e Dal Compare e decidere se concedere comunque un turno di riposo a Ton, in tal caso Lazzari potrebbe tornare a fare il centrale difensivo, come a Vittorio Veneto. (s.f.)