Sciopero dei Cobas treni locali a rischio domani fino alle 21

VENEZIA Per domani è previsto un altro venerdì nero nel trasporto ferroviario. Non è assicurata la partenza dei treni regionali anche nelle direttrici principali del Veneto a causa dello sciopero nazionale proclamato da Adl /Cobas, Cub, Usb ed anche dal nuovo sindacato di base Cat, che proprio nel nostro territorio conta già tanti iscritti e simpatizzanti. Lo sciopero in Trenitalia è stato proclamato dalle 0.01 alle 21. Servizio regolare, invece, in base alla legge 146 sui servizi essenziali da garantire, nelle fasce orarie 6-9 e 18-21, utilizzate per lo più dai pendolari. Solo la circolazione delle Frecce Argento per Roma e delle Frecce Bianche per Milano/ Torino dovrebbe risultare regolare. Tra l'altro la lotta programmata dai Cobas è appoggiata anche dall'Orsa. «Noi non scioperiamo direttamente, ma diamo alla mobilitazione indetta dai Cobas tutto il nostro appoggio perché i nostri colleghi si battono per raggiungere tutta una serie di obiettivi sindacali, per i quali anche noi ci stiamo mobilitando da anni», dice il ferroviere veneziano Nicola Spolaor». «Ad esempio è fondamentale eliminare la legge Fornero e tutte le normative nazionali introdotte dal Governo Monti. Vi sembra giusto che i macchinisti debbano guidare i treni sino a 67 anni?» (f.pad.)