Locali, è polemica: «Sinergie per le feste»

CONEGLIANO In estate la Haute Route, la settimana scorsa Mengacci e le sue "Ricette in famiglia", venerdì sera "Maracanà", festa brasiliana al Biscione: tre eventi per i quali i commercianti e gli esercenti coneglianesi sostengono di non essere stati avvisati. Ad averlo saputo prima, magari, avrebbero potuto creare un evento parallelo per attirare clienti, o almeno fare pubblicità. Un cittadino si è sfogato su Facebook, sulla pagina "Coneglianesi Incazzati": «La festa brasiliana era molto bella, purtroppo però come già successo per altri eventi, non essendoci stato alcun tipo di pubblicità e comunicazione, alla festa c'è pochissima gente. Peccato, mi chiedo perché il Comune debba sempre organizzare eventi a metà. O si fa bene tutto o non si fa nulla». Lamentele simili a quelle del titolare di una storica osteria del centro, la settimana scorsa: «Il Comune ci ha avvisati solo 24 ore prima della presenza delle telecamere di Rete4 in Piazza Cima». In estate, per gli stessi motivi, i 400 ciclisti della Haute Route partita da Conegliano avevano trovato molti negozi del centro vuoti. A soffiare sul fuoco della polemica, il Pd: «Si tratta di eventi che vengono mal comunicati a commercianti ed esercenti, che in altri modi potrebbero trarne vantaggio» denuncia Alessandro Bortoluzzi, consigliere di opposizione. «Spesso si tratta di eventi organizzati da altri enti o associazioni, che arrivano al Comune: manca però la capacità di coordinare il tutto, il Comune prende quello che arriva e lo passa oltre. Quando va bene, le cose vengono comunicate solo il giorno prima. Gli esempi sono molti». L'ultimo, appunto, la festa in Piazzale Zoppas: «Se qualcuno organizza qualcosa al Biscione, perché lasciarlo solo? Non sarebbe meglio coinvolgere i negozi e i bar?». (a.d.p.)