Proroga per ecobonus e ristrutturazioni

ROMA L'ecobonus, la detrazione Irpef per la riqualificazione energetica degli immobili pari al 65%, è prorogata al 31 dicembre 2015, come quella per le ristrutturazioni semplici (pari al 50%). In entrambi i casi le misure si applicano anche per gli interventi sui condomini. Già il governo Monti aveva alzato dal 36 al livello record del 50% le spese detraibili per il recupero edilizio delle abitazioni. Le detrazioni al risparmio energetico sono invece salite dal 55% al 65% dal 6 giugno 2013 con il governo Letta. La decisione presa dall'esecutivo Renzi è quella di prorogare di almeno un altro anno le detrazioni alle attuali aliquote massime del 50 e 65%. Secondo le stime Cresme-Camera dei deputati le detrazioni al recupero sono state utilizzate nel 2014 su interventi edilizi per 28,2 miliardi di euro (14,1 miliardi di detrazioni in 10 anni) e l'ecobonus a interventi per 4,85 miliardi (coibentazione di edifici ma soprattutto pannelli solari termici e sostituzione di infissi e caldaie), di cui 2,6 miliardi di detrazioni in 10 anni. Il ministro dell'Ambiente Galletti ha detto che «l'ecobonus non va solo confermato per il 2015, come abbiamo deciso di fare, ma va reso strutturale nel panorama degli incentivi italiani. Le famiglie e gli imprenditori hanno bisogno, infatti, di conoscere con anticipo i settori in cui investire o fare business. Quella degli ecobonus è stata un'operazione in attivo». La misura potrebbe dunque diventare strutturale. (g.c.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA