Un figlio è in Finlandia, l'altro in Giappone

PAESE. Una volta all'anno in Finlandia e un'altra in Giappone. Sono i due viaggi praticamente obbligati di Valerio Mardegan. È' lì infatti chee vivono i suoi due figli. Alberto vive in Finlandia, dov'è arrivato con un contratto per la Nokia, mentre oggi lavora come programmatore Ubuntu. «Quando ho perso le elezioni nel 2009 mi ha scritto un sms: "par fortuna che son scampà". Non capisce perché mi impegno in politica, è scoraggiato». L'altro figlio, Andrea, invece si occupa di arte in Giappone: era lì quando ci fu lo tsunami. «È scappato a sud per un mese. Ha vissuto con il contatore Geiger con sé, ma ora è tranquillo. Tra i due paesi? Se dovessi viverci probabilmente sceglierei la Finlandia, funziona tutto. Anche se Andrea, venendo dal Giappone, se la prende quando sale sui i treni italiani, per i ritardi che lì non esistono». Detto dal figlio di una stirpe di ferrovieri… (f. cip.)