Cecconato e Tonon "quote rosa"

POVEGLIANO Rino Manzan mercoledì sera ha incontrato il gruppo di maggioranza per la prima volta, per iniziare a parlare della giunta. Ma potrebbe essere un compito facile per il nuovo sindaco di Povegliano. Con la nuova legge il Comune potrà avere quattro assessori e due dovranno essere donne. Tra le elette la scelta è semplice: Valentina Cecconato e Valentina Tonon sono le uniche "quote rosa". Manzan teoricamente potrebbe affidarsi ad assessori esterni, ma non sembrano più i tempi per fare cose del genere. Significherebbe un aggravio di costi ingiustificato per un Comune da poco più di 5 mila abitanti. D'altra parte Valentina Cecconato e Valentina Tonon hanno dalla loro anche le preferenze, rispettivamente la terza più votata e la prima. L'inesperienza non sarebbe un problema stando a quanto annunciato da Manzan, fin dal giorno in cui ha annunciato la sua discesa in campo. «Voglio gettare le basi per una nuova classe dirigente» aveva detto. Eccolo servito. Nel gruppo di maggioranza non mancano poi anche gli elementi di esperienza, oltre al sindaco stesso, Valdino Favaro e Luigi Borsato entrambi con un passato in municipio: il primo ex assessore nel primo mandato di Sergio Zappalorto, il secondo consigliere comunale uscente. Inoltre Manzan, all'indomani della vittoria, ha fatto sapere di voler affiancare dei "consulenti" ai giovani per guidarli in una nuova esperienza. Entro l'inizio della prossima settimana dovrebbe arrivare la nomina dell'esecutivo, e a seguire il primo consiglio comunale. In aula non si siederà nessuno degli esponenti delle minoranze uscenti. Hanno preferito lasciare il campo, dopo il referendum fallito sulla fusione con il Comune di Villorba. Al loro posto gli ex assessori di Zappalorto Paola Mariani, e Paolo Vidotto, oltre a Matteo Zanatta e Lorella Piovesan. Smaltita la delusione è ipotizzabile che ne nasca un consiglio in grado di condividere molte decisioni, vista la natura politica di centrosinistra di entrambi i gruppi che si sono sfidati alle urne.(f.c.)