Si è spento Moretto, partigiano e pianista

CASIER Si è spento a 101 anni Guido Moretto, partigiano, poliziotto, pianista. Nativo di Crocetta del Montello, viveva a Dosson. Ai funerali, celebrati lunedì a Frescada, il picchetto della polizia di Stato ha reso gli onori al feretro. Presenti anche i combattenti con il labaro dell'associazione. Guido Moretto era stato insignito negli anni di varie onorificenze. Nel 1965 l'Esercito gli aveva consegnato la Croce al merito di guerra per l'attività partigiana. Quattro anni più tardi, al momento della pensione, la polizia di Stato lo aveva omaggiato con la medaglia d'oro come segno di gratitudine per il servizio reso, prima a Mestre e poi a Treviso per conto del Ministero dell'Interno. Nel 2012 Moretto aveva ricevuto una targa quale decano dell'associazione nazionale della polizia di Stato. Per il servizio in tempo di guerra era stato insignito della Croce al merito della Federazione italiana dei combattenti alleati nel 1989 e della Medaglia d'argento dei combattenti. La più grande passione di Moretto è stata la musica: suonava il pianoforte e l'organo e anche quando era avanti con l'età non rinunciava a esercitarsi. Un anno fa aveva perso l'amata moglie Giovanna Pandolfi, maestra elementare. Moretto lascia i figli Daniele, Giuseppina e Mariantonietta.(ru.b.)