«Politici su Facebook per i marò c'è la crisi e loro perdono tempo»

VENEZIA Confindustria Belluno Dolomiti boccia l'iniziativa con la quale Dario Bond, Piergiorgio Cortelazzo, Massimo Giorgetti, Elena Donazzan e Isi Coppola annunciano la pubblicazione di una pagina Facebook «dichiariamo guerra all'India! siamo tutti terroristi!». «È incredibile – afferma l'assoindustria bellunese – che tre assessori e due consiglieri regionali perdano tempo con i social network, mentre le imprese del territorio soffrono, quando non chiudono, anche e soprattutto a causa delle non risposte della politica». «Senza nulla togliere al dramma umano dei due marò italiani – continua Conindustria Belluno – ci chiediamo come tre esponenti di giunta e due consiglieri veneti, di cui uno bellunese, sprechino il loro tempo con simili inutili provocazioni, anzichè concentrarsi sui veri problemi del territorio». «Ricordiamo che il sistema dell'edilizia - conclude la nota dell'organismo imprenditoriale - sta vivendo una crisi drammatica e anche negli altri settori ci sono tante aziende in grande difficoltà. Dichiarino dunque guerra non all'India, ma alla burocrazia, alle troppe tasse, agli sprechi di denaro pubblico. E lascino stare le piazze virtuali, perché sono le imprese del mondo reale ad avere bisogno di una classe politica seria e responsabile».